Operazone della Dia, sequestro beni a imprenditore onoranze funebri

12 Agosto, 2017, 22:47 | Autore: Alighiero Casassa
  • SEQUESTRO MILIONARIO: AFFARI, FUNERALI E NARCOTRAFFICO

Per anni aveva truffato l'Unione europea percependo in maniera indebita contribuiti per diversi milioni di euro. Il decreto di sequestro preventivo è stato emesso dal il Tribunale - sezione Misure di prevenzione - di Ragusa, su proposta del direttore della Dia Nunzio Antonio Ferla.

Dopo la morte di Vincenzo Oliveri, i beni erano riconducibili agli eredi: la moglie Domenica Rosa Carnovale e i figli Giovanni e Matteo Giuseppe. Sottratti anche 88 immobili in Calabria, Abruzzo e Toscana. Tra i beni confiscati un resort di lusso a Giulianova (Teramo) ed un'altra struttura alberghiera di pregio a Borgia (Catanzaro).