Vecino: "Meglio affrontare la Fiorentina all'inizio. Quando mi ha chiamato l'Inter…"

11 Agosto, 2017, 07:00 | Autore: Luciano Vano
  • Vecino: “Non vedevo l'ora di venire all'Inter. Borja mi ha insegnato tanto, Firenze importante per me”

Il nuovo volto nerazzurro Matias Vecino ha risposto ad alcune domande che i tifosi interisti gli hanno rivolto attraverso Facebook, dagli idoli di sempre alla chiamata ricevuta da Alvaro Recoba.

Meglio affrontare subito Fiorentina e Roma? "Aveva un magnifico piede, poi a 38-39 anni giocava da fermo".

Vecino arriva all'Inter pochi giorni prima del 26° compleanno: "E' il momento giusto per approdare in una grande squadra". Ero felicissimo quando ho saputo dell'interesse dell'Inter e ho sperato che la trattativa si chiudesse nel piu' breve tempo possibile.

EREDE DI CAMBIASSO? - "Lui ha fatto molto bene qui, è stato importante, spero di fare almeno un po' di quello che ha fatto lui, sarebbe una grande cosa".

RUOLO - "Ho fatto sempre il mediano, ma anche la mezzala". Mi piace andare in profondità per sfruttare gli spazi, ma sono a completa disposizione del mister e della squadra. "Quando ti chiama una squadra così importante non devi pensarci troppo, le motivazioni si capiscono solo guardando la maglia, è una grandissima opportunità per me, una sfida che ho voluto accettare". Se siamo bravi a seguirlo possiamo fare grandi cose. "Giocare in uno stadio come San Siro è il sogno di qualsiasi calciatore".

"È stato tutto molto veloce, ho trovato un ambiente in cui si lavora tanto". Inter-Fiorentina? Sarà speciale per quello che ha rappresentato per me la Fiorentina, mi ha portato in Italia, mi ha aiutato a crescere. L'Inter è una squadra fortissima, per i giocatori che aveva e per i risultati. Joao Mario, già quando ci ho giocato contro mi ha dato un'ottima impressione.

Numero di maglia e giocatore preferito? Spesso in carriera ho avuto l'8 ma anche il 6 va benissimo. "Lui è stato il giocatore tra i più forti della storia dell'Uruguay, seguivamo sempre i nostri giocatori in Europa". "Soprannome? No, non ne ho ancora uno, potrete sceglierlo voi". Poi mi piace guardare film, guardare qualche partita di tennis, fondamentalmente sono un tipo molto tranquillo.