Cinquanta feriti per il maltempo lungo le spiagge venete

11 Agosto, 2017, 05:05 | Autore: Sofia Staffieri
  • Tromba d'aria sul Friuli danni ingenti e tanta paura

Una tromba d'aria di eccezionale gravità ha messo in ginocchio le linee telefoniche, divelto pali elettrici, spostato e fatto volare alberi e automobili.

Una violenta tromba d'aria si è abbattuta attorno alle 16 su numerosi comuni del Delta del Po, provocando la caduta di alberi sulla strade a causa del fortissimo vento e della pioggia che ha sferzato la zona. Temporali anche forti hanno così spazzato Emilia specie orientale, Romagna, Veneto, per poi spingersi verso il Friuli Venezia Giulia, inseriti in quello che viene definito un MCS ( Mesoscale Convective System ). Una casa ha preso fuoco a Rivà di Ariano, per fortuna senza vittime: gli occupanti sono scappati in tempo. La situazione risulta difficile nel Veneziano, nelle aree balneari fra Jesolo e Punta Sabbioni, dove i vigili del fuoco sono intervenuti per la caduta di alberi e lo sradicamento di alcune tende nei campeggi.

Al camping Mediterraneo di Cavallino un tedesco è rimasto ferito in modo non grave. Alle ricerche collaborano i vigili del fuoco. Per la caduta di alberi che interrompono completamente la circolazione ci sono zone isolate. Anche in questo caso sono cadute piante e rami. Il guasto - riferisce Trenitalia - riguarda il sistema di distanziamento con i passaggi a livello. Disagi anche sulla linea ferrovi aria Tarvisio-Venezia e Venezia-Mestre. Le 15 autoambulanze della centrale operativa di Urgenza ed Emergenza dell'Ulss 4 stanno facendo la spola tra i campeggi per soccorrere i feriti e l'elicottero del Suemm sta monitorando dall'alto: tre imbarcazioni che hanno lanciato la richiesta di aiuto alla Guardia Costiera risultano disperse. Debbono essere ancora valutati i danni ai meleti ed ai vigneti a nord di Trento, che potrebbero essere ingenti, visto che i chicchi di grandine in alcuni casi erano grandi come uova.

A FIRENZE CADONO PIETRE DALLE FACCIATE DEI PALAZZI - Un violento temporale si è abbattuto su Firenze causando caduta di alberi, di pietre dalle facciate di palazzi, allagamenti e black out. Nel centro storico della città lagunare il forte vento ha anche sradicato un'edicola antica in via Garibaldi, nel sestiere di Castello. A causa del temporale l'Opera di Santa Maria del Fiore ha chiuso, per motivi di sicurezza, l'accesso alla Cupola del Brunelleschi e al Campanile di Giotto per una trentina di minuti: le persone che si trovavano sui monumenti sono state fatte scendere e messe al riparo dentro la Cattedrale. Sempre a causa della forte pioggia qualche infiltrazione anche nella biblioteca Magliabechiana agli Uffizi: nessun danno però, si spiega dal museo.