Ecco WiFi Italia, l'app per navigare gratis

18 Luglio, 2017, 00:42 | Autore: Alighiero Casassa
  • Wifi, in tutta Italia con una sola app (sperando che sia ben fatta)

È nata WiFi°Italia°it, l'applicazione creata dal Ministero dello Sviluppo Economico, da quello dei Beni e Attività Culturali e dall'Agenzia per l'Italia Digitale che ha l'obiettivo di fornire internet gratis in tutta Italia grazie ad una rete wifi libera e diffusa. Il Wifi, sottolinea il ministro, "può essere uno straordinario strumento per realizzare i nostri progetti nell'ottica di governare la crescita". Se volete provarle, potete scaricarle gratuitamente dai seguenti link, rispettivamente per piattaforma Android e iOS. Da allora la rete si è estesa progressivamente, comprese aree come la linea della tramvia, trovando un grandissimo gradimento degli utenti, sia cittadini che turisti. Da raggiungere attraverso l'innovazione, al servizio della costruzione di un "ecosistema digitale" turistico/culturale che consenta al cittadino, turista o residente, di accedere in modo diretto alla rete e ai servizi, e a chi li promuove, dal comune all'impresa, di ottenere con l'analisi dei dati raccolti informazioni indicative sulle modalità di fruizione, sui comportamenti degli utenti, per migliorare e orientare l'offerta. La scelta non è casuale perché l'iniziativa punta non soltanto a favorire la digitalizzazione del Paese e la modernizzazione della Pa ma vuole farlo a partire dalle zone turistiche, per facilitare l'accesso al patrimonio e ai servizi collegati ai visitatori italiani e, soprattutto, stranieri, che si presume abbiano più problemi di connessione anche se il roaming è ormai un lontano ricordo. Turisti e cittadini potranno navigare in tutte le reti federate distribuite sul territorio nazionale, e nei nuovi punti di accesso che saranno posizionati con particolare attenzione ai luoghi del turismo e della cultura. Antonello Giacomelli, sottosegretario allo sviluppo economico, commenta sostenendo che l'Italia sta recuperando molto nel settore delle connettività. Avviene tutto in automatico, è sufficiente averla scaricata sul cellulare ed essersi autenticati la prima volta inserendo i propri dati anagrafici.

Sarà convocato entro luglio il tavolo con le amministrazioni di cinque città d'arte: Roma, Firenze, Venezia, Milano, Napoli sul tema del sovraffollamento turistico.