Sulle spiagge abruzzesi sbarcano pacchi di marijuana

17 Luglio, 2017, 12:22 | Autore: Alighiero Casassa

Ad avvistarli, nel primo caso, alcuni militari in borghese che hanno subito avvisato i colleghi, mentre il secondo pacco è stato trovato a riva da alcuni bagnanti. Il peso totale della sostanza stupefacente è di circa 70 chilogrammi.

Accertamenti in corso. Sui ritrovamenti sono in corso indagini. Del ritrovamento si occupa il luogotenente Antonio Solimini. Ritrovamento analogo a Silvi, dove i carabinieri sono intervenuti in spiaggia dopo che i bagnanti hanno segnalato la presenza di un grosso involucro contenente circa 50 chilogrammi di marijuana.

In base alle prime ipotesi gli involucri potrebbero essere stati attaccati a una boa per poi essere trasportati altrove, ma l'appiglio, a causa del mare mosso, potrebbe aver ceduto. Si sospetta, infatti, che un mezzo si sia liberato di gran parte del carico o lo abbia perso, per motivi ancora sconosciuti, a largo tra le Marche e l'Abruzzo, il vento di tramontana e le correnti avrebbe fatto il resto trasportando tutto verso le tre spiagge. Da qui al controllo della targa è stato un attimo e una scoperta incredibile e inaspettata era dietro l'angolo. Balle tutte stipate nel furgone.

A fine giugno a Porto Recanati sono stati rinvenute 28 balle contenenti circa sette quintali di marijuana, sono stati ritrovati anche un gommone per navigazione d'altura, con dentro 18 taniche di benzina da 25 litri ciascuna e dieci da 20 litri.

Il più grande sequestro di stupefacente ritrovato sulla spiaggia è avvenuto il 2 gennaio 2017 in provincia di Lecce.

Gli episodi sembrano essere collegati tra loro.