Reggio Calabria, bomba d'acqua a Scilla: strade invase da acqua e fango

17 Luglio, 2017, 16:29 | Autore: Alighiero Casassa
  • Maltempo: frane, fulmini e trombe d'aria su Calabria, Lazio e Sicilia

Un violento nubifragio ha colpito nella mattinata di oggi, domenica 16 luglio, la Calabria: una bomba d'acqua su Scilla ha allagato le strade del paese, provocando anche una frana.

Nemmeno il tempo di accantonare l'emergenza incendi, a dover fare i conti con un'ulteriore criticità. Nella località tirrenica si è verificato un alluvione lampo, con allagamenti e frane che hanno trascinato via addirittura delle automoboli, come testimoniano le immagini che stanno giungendo dal posto. Complessivamente nel territorio provinciale sono stati effettuati dalle otto del mattino ben 32 interventi. Allo stato, riferisce la protezione civile, non si registrano danni a persone. Alcune strade del centro abitato, nei pressi del lungomare, sono state invase da acqua e fango ed alcune autovetture sono state spostate dalla forza dell'acqua.

Chiuso, proprio tra Scilla e Bagnara Calabra, un tratto della Statale 18. La tendenza meteo per i prossimi giorni è rivolta ad un ritorno della stabilità atmosferica su tutta Italia, Calabria e Sicilia incluse, con temperature che si porteranno ancora una volta molto al di sopra della media stagionale.

Maltempo: frane, fulmini e trombe d'aria su Calabria, Lazio e Sicilia

Sempre nel Reggino, un fulmine ha colpito stamani il lucernario della chiesa madre della frazione superiore di Caulonia lesionando la sezione verticale. A Scilla in un'ora, ha riferito il capo della Protezione civile regionale Carlo Tansi, sono caduti 100 millilitri di pioggia.

Sul posto sono intervenute squadre della Guardia costiera e dei carabinieri. L'Unità di crisi sta operando in stretto raccordo con il Dipartimento nazionale e quello regionale della Protezione civile e continuerà ad essere attiva sino alla fine dell'esigenza. Si profila dunque l'arrivo della quarta ondata di caldo della stagione.