Migranti minori inviati in ex albergo del messinese: scattano le proteste

16 Luglio, 2017, 09:46 | Autore: Alighiero Casassa
  • Cinquanta migranti in hotel inagibile del Messinese barricate di sindaco e cittadini

La decisione del prefetto di Messina, di inviare un gruppo di una trentina di minori migranti in un ex hotel della cittadina messinese, ha scatenato le proteste di parte degli abitanti che hanno bloccato le vie d'accesso.

L'arrivo di trenta migranti minorenni non accompagnati fa salire la tensione al Comune di Castell'Umberto, piccolo centro in provincia di Messina dove il sindaco Vincenzo Lionetto Civa è insorto sostenendo di essere stato avvisato all'ultimo momento. "I sindaci dei Nebrodi hanno sempre accolto i migranti e continueranno a farlo, ma servono le giuste strutture e anche un coordinamento istituzionale migliore".

"Ieri sera - dice il sindaco di Sinagra, Nino Musca - mi è stato comunicato l'arrivo di 25 persone".