"Girgenti Acque inadempiente", revocata la gestione dei depuratori di Agrigento

16 Luglio, 2017, 00:10 | Autore: Adone Liotta

"E' notizia di ieri che la Procura della Repubblica di Agrigento ha comunicato la revoca dell'affidamento della gestione dei depuratori sequestrati nella Provincia di Agrigento, ben 11, a Girgenti Acque, gestore Idrico responsabile del buon funzionamento degli stessi a cui, temporaneamente erano stati affidati ma con il preciso obbligo di provvedere entro un certo lasso di tempo ad effettuare interventi e manutenzioni atte a scongiurare sversamenti e inquinamento ambientale delle nostre coste".

Il provvedimento è stato disposto dal gip di Agrigento ed è stato notificato a Girgenti acque Spa.

La magistratura, nell'ultimo anno, ha messo i sigilli ai depuratori di Agrigento-Villaggio Mosè, Licata, Cattolica, Montallegro, Siculiana e Realmonte.

Dall'Ente guardano comunque anche il lato positivo, in quanto adesso che la gestione degli impianti è passata al Dipartimento Regionale Acqua e Rifiuti sarà finalmente possibile superare le difficoltà burocratiche nello sblocco dei finanziamenti pubblici per il rifacimento delle infrastrutture, che hanno anche compromesso l'efficienza dei processi depurativi nel nostro territorio. Intanto c'è chi chiede di inserire nell'elenco anche quello di Favara.

Alba chiede dunque alla Procura della Repubblica di affidarne la gestione alla Regione Siciliana così come è stato fatto con gli altri impianti.

La redazione resta a disposizione di chiunque voglia aggiungere informazioni o esercitare il proprio diritto di rettifica e replica, rispetto agli articoli pubblicati.