Migranti dalla Libia: 10mila arrivi in 4 giorni

28 Giugno, 2017, 19:15 | Autore: Amata Cozzo
  • Immigrati emergenza sbarchi Minniti annulla il viaggio a Washington e torna in Italia

Si è svolto ieri sera un incontro al Viminale tra il ministro dell'Interno Marco Minniti e Virginia Raggi dopo che la sindaca aveva sollevato nei giorni scorsi il problema delle difficoltà di sostenere l'afflusso crescente di migranti nella capitale. "Sono numeri non piu' sostenibili", ammette il premier Matteo Renzi mentre il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, da Ottawa in Canada, accusa l'Ue: "L'Italia e' in prima linea per salvare migliaia di vite umane nell'ambito di un fenomeno epocale". Negli ultimi 4 giorni infatti nel Mediterraneo centrale sono state salvate oltre 10mila persone.

Siamo al limite e i campanelli d'allarme suonano già, ma il Governo invece sta pensando di ridiscutere l'accordo Anci-Ministero per aumentare il numero dei migranti in proporzione agli abitanti, accordo chiuso da poco: in parole povere ci stanno prendendo in giro. Il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo, Franco Roberti, ha ammesso che questa ondata di sbarchi può essere pericolosa: "Purtroppo sì, costituiscono una minaccia alla sicurezza del nostro Paese", ha spiegato. Molti di quei migranti, durante la traversata, hanno perso la vita; altri sono stati salvati dalle operazioni della Guardia costiera di Roma. L'Oim ha aggiunto che i 24 migranti tratti in salvo nella giornata di domenica sono stati portati a Seguedine, dove hanno raccontato di far parte di un gruppo di 75 persone, che viaggiavano a bordo di tre automobili.

Numeri che costringono il titolare del Viminale ad affrontare la nuova emergenza. Per il momento, pero', non verra' chiesto ai prefetti di imporre ai sindaci i richiedenti asilo ne' verra' diramata una circolare per reperire nuovi posti. Su due fronti: far attraccare le navi con i migranti in porti non italiani - "L'Italia ha salvato l'onore dell'Europa e sarei ancora ancora più orgoglioso se una sola delle navi portasse i migranti almeno per una volta in un altro grande porto europeo", ha detto nei giorni scorsi - e far finalmente funzionare il piano Junker, che prevedeva la ridistribuzione di 450mila migranti ma ad oggi ne ha ricollocati solo 7.281. "C'e' un'emergenza incredibile e insostenibile - dice il capogruppo alla Camera di Fi Renato Brunetta - non possiamo piu' gestire questa situazione. Faccio un appello formale al ministro Minniti: blocchi le navi che stanno facendo rotta verso il nostro Paese e chieda all'Unione europea che vengano dirottate in altri porti del Mediterraneo".

Salvataggi che sono certamente una buona notizia, ma dopo i quali si apre il problema della prima accoglienza e delle fasi successive, interamente a carico dell'Italia. "Stop agli sbarchi e blocco navale al largo della Libia per fermare l'invasione dell'Italia", aggiunge Giorgia Meloni (Fdi) mentre la Lega, con Salvini annuncia un esposto alla procura di Roma contro il governo per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.