Graduatorie di Istituto: la scuola ha caricato la domanda?

28 Giugno, 2017, 02:00 | Autore: Amata Cozzo
  • Graduatorie di istituto 2017/20: rinviato al 13 luglio il termine per la valutazione delle domande da parte delle segreterie

Dal 1° luglio su istanze online sarà attiva l'applicazione, modello B, che consentirà agli aspiranti docenti di scegliere le scuole destinatarie della propria domanda. Tali docenti trasferiti dal primo settembre 2017, potranno richiedere l'assegnazione provvisoria provinciale se hanno motivi di precedenza e non sono stati trasferiti nel comune di ricongiungimento, allo stesso modo di chi è già titolare nella stessa provincia.

La seconda fase dell'aggiornamento delle graduatorie d'istituto consiste nella compilazione del modulo B, in cui si indicheranno le scuole nelle quali si intende svolgere le supplenze e che deve essere effettuata tutta online.

Conclusa il 24 giugno la prima parte per l'aggiornamento delle graduatorie d'istituto.

Non è necessario stampare il modello B perché la segreteria della scuola capofila lo riceverà direttamente in modalità telematica. Cosa diversa invece per le maestre che potranno invece scegliere 10 istituzioni, di cui al massimo 2 circoli didattici.

Cosa fare, però, se si sbaglia a compilare il modello B? Le segreterie prenderanno in carico solo l'ultimo modello inviato entro la data di scadenza per la presentazione.

Qualora, invece, non si presenti il modello B della domanda, si verrà inseriti solo nella graduatoria della scuola capofila indicata al momento della presentazione della domanda di inserimento in graduatoria o di aggiornamento delle graduatorie d'istituto.

A partire dal 2015, il Ministero ha effettuato delle ispezioni per verificare le condizioni di parità di questi istituti alle scuole statali, per indagare sull'adeguatezza delle strutture e le condizioni di studio e di lavoro: su 1700 istituti, ben 614 sono stati ispezionati in questi ultimi due anni e 47 scuole private sono state chiuse, da Milano, a Pavia, a Ragusa.