Massiccio attacco hacker colpisce compagnie in tutto il pianeta

27 Giugno, 2017, 23:11 | Autore: Sofia Staffieri
  • La centrale nucleare di Chernobyl

Dopo l'attacco informatico dello scorso mese Microsoft ha diffuso un aggiornamento per rimediare, anche per i sistemi operativi che aveva smesso di aggiornare (come XP), ma i computer non aggiornati sono ancora vulnerabili. Tra le società attaccate figurano il colosso russo Rosneft, il cui sito risulta attualmente irraggiungibile, Maersk, gruppo danese attivo nei settori del trasporto marittimo, energia e cantieristico navale, l'agenzia pubblicitaria britannica Wpp e la società francese Saint-Gobain. L'Associated Press cita anche il colosso dei trasporti marittimi Moller-Maersk e il gigante farmaceutico Merck. Il premier ucraino, Volodomyr Groysman, lo ha definito su Facebook 'senza precedentì spiegando che gli specialisti informatici 'fanno il loro lavoro e proteggono le infrastrutture crucialì.

Attacchi informatici hanno colpito banche russe e in alcuni casi i sistemi IT sono stati infettati. Nella metropolitana di Kiev non si possono effettuare pagamenti elettronici. La situazione minaccia di causare ritardi dei voli all'aeroporto di Borispol, il cui sito internet è stato attaccato. Tra queste, oltre a Rosneft e le grandi banche ucraine, anche Mars, Nivea, Auchan e strutture di governo di Kiev. E' un ransomware, tipologia di virus che cifrano i dati con finalità di estorsione, perchè per rientrare in possesso dei propri dati viene chiesto un riscatto agli utenti.

Il nome, stavolta, è Petya ma, in sostanza, quello che sta accadendo corrisponde in gran parte agli effetti di WannaCry. "In seguito a un attacco hacker Petya gli uffici e il servizio clienti sono temporaneamente non disponibili", ha scritto la compagnia in una nota. Lo riporta il sito ucraino Kromadske. I sistemi interni tecnici della centrale "funzionano regolarmente" e invece sono "parzialmente fuori uso" quelli che monitorano "i livelli di radiazione" della zona di Chernobyl. Sono controlli organizzati in vista del futuro smantellamento della centrale.

Anche la centrale nucleare di Chernobyl è stata colpita. "Il ransomware si chiamava Petya e la versione aggiornata è Petrwap".