Istat: a giugno sale fiducia consumatori e imprese (2)

27 Июня, 2017, 17:01 | Autore: Sofia Staffieri
  • 20170627_102321_5374D514

Aumenta a giugno il clima di fiducia dei consumatori e delle imprese. I giudizi e le aspettative dei consumatori riguardo la situazione economica del Paese migliorano mentre continuano ad aumentare, per il terzo mese consecutivo, le aspettative sulla disoccupazione e vedono "un deciso aumento" i giudizi e le attese su un incremento dei prezzi. "Positivo, comunque, che tornino a crescere il giudizio relativo alla situazione economica familiare (da -32,6 a -31,7) e quello sul bilancio familiare (da +9,3 a +9,4), i valori che più influiscono sui consumi futuri", commenta Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

Con riferimento alle imprese, nel mese di giugno il clima di fiducia aumenta da 106,9 a 107,3 nel settore manifatturiero e da 128,1 a 129,8 nelle costruzioni; per quanto riguarda i servizi, il valore dell'indice si attesta a quota 106,0 da 105,6.

La fiducia delle imprese, invece, fa registrare prestazioni altalenanti. Dalle tabelle emerge come a riportare un miglioramento siano state tutte le componenti: il clima economico è infatti passato da 122 punti a 123,6, quello personale da 100,2 a 100,9, quello corrente da 105,2 a 105,7, mentre quello futuro da 106,6 a 107,7. Nel settore, migliorano i giudizi sugli ordini ma le aspettative sull'occupazione sono in diminuzione. Nei servizi, aumentano le aspettative sugli ordini e i giudizi sull'andamento degli affari sono in deciso miglioramento.

Nell'area manifatturiera, dopo il picco dei mesi scorsi, è in lieve arretramento l'indice dei beni strumentali, con peggioramenti che riguardano sia gli ordini che le attese di produzione.

Nell'Eurozona "c'è una ritrovata fiducia nel processo di riforma e nel sostegno alla coesione, che potrebbero aiutare a liberare domanda e investimenti". "Oggi le cose sono cambiate" e sul versante politico "spirano venti a favore".