Morto studente Usa liberato da Nordcorea, Trump: regime brutale

20 Giugno, 2017, 12:56 | Autore: Minervina Schirripa
  • 20170620_173527_A8541995

Il ragazzo era in coma da oltre un anno e anche dopo il rilascio non aveva mai dato segni di essere cosciente.

Era stato liberato una settimana, detenuto nelle carceri coreane da marzo 2016.

Corea del Nord: è morto lo studente americano di 22 anni, recluso da 17 mesi a Pyongyang entrato in coma subito dopo il suo processo. Il giovane era stato imprigionato in Corea del Nord per più di un anno e consegnato in stato di coma, per gravi danni cerebrali, alla sua famiglia, originaria dell'Ohio. Ma i medici Usa statunitensi non avevano rilevato tracce di botulino nel suo corpo. Il presidente americano Donald Trump ha definito la Corea del Nord un "regime brutale" dopo aver appreso la notizia della morte di Otto.

Ventidue anni, Warmbier studiava all'università della Virginia ed era stato condannato a 15 anni di carcere da un giudice nordcoreano dopo aver confessato di aver rubato uno striscione di propaganda.

"Purtroppo, i terribili e strazianti maltrattamenti che nostro figlio ha ricevuto dalle mani dei nordcoreani hanno comportato che nessun altro risultato fosse possibile al di là di quello triste che abbiamo avuto oggi", ha commentato la famiglia annunciando la morte dello studente originario di Cincinnati, nell'Ohio. Il segretario di Stato Rex Tillerson ha ribadito nei giorni scorsi che se la Cina non farà nulla per fermare il programma missilistico e atomico del vicino, "ci penseremo noi".

"Ancora una volta - conlcude la nota di trump - gli Stati Uniti condannano la brutalità del regime Nord Coreano e piangono la sua ultima vittima".