Marco Prato suicida in carcere: muore l'imputato per l'omicidio di Luca Varani

20 Giugno, 2017, 10:19 | Autore: Amata Cozzo

L'omicidio di Varani risale al 4 marzo 2016, quando i due lo torturarono, straziarono e accoltellarono dopo un festino a base di droga.

Il giovane aveva scelto di farsi processare con il rito ordinario, mentre il complice Foffo era già stato condannato a trenta anni di carcere con l'abbreviato. Lo riporta l'Ansa. Domani avrebbe avuto l'udienza del processo. Secondo quanto si è appreso, Parto è andato in bagno nel cuore della notte, si è infilato un sacchetto di plastica in testa e ha respirato il gas contenuto nella bombola che è in dotazione ai detenuti. Il suo compagno di cella non si è accorto di nulla. Tra lui e Manuel Foffo è stato uno "scaricare" a vicenda le colpe uno sull'altro. Continuava a professarsi innocente dicendosi succube di Foffo. Prato aveva 31 anni.

Nell'atto d'accusa del pm Francesco Scavo era ricostruita tutta la dinamica dell'atroce delitto.