ChiantiBanca, sconfitta la lista del presidente Bini Smaghi

26 Mag, 2017, 16:34 | Autore: Sofia Staffieri
  • Soci in fila davanti all'Obihall per

Si ipotizzano reati bancari, anche alla luce della legge 231 sulla responsabilità amministrativa delle società, ed, al momento, contro ignoti. Inoltre si terrà conto del rapporto di Bankitalia dopo l'ispezione e dell'assemblea di ieri.

Nomina nuovo Consiglio di Amministrazione (previa determinazione del numero dei consiglieri - ex art. 32, 1° comma, dello Statuto). Un passaggio che segue quanto scritto poco prima: "Fondamentali sono le scelte che l'assemblea farà oggi e l'adesione a Cassa Centrale Banca, funzionali a dare certezze" a Chiantibanca. Lo dichiara il presidente di Confcooperative Toscana Nord Giuseppe Gori, ringraziando i soci per la vittoria della lista 'Fedeltà alla storia e alla cooperazione', che nell'assemblea a Firenze ha battuto la lista del presidente uscente Lorenzo Bini Smaghi. Il 54% dei soci ha infatti scelto la lista Fedeltà alla cooperazione, più legata alla vecchia gestioni di Chiantibanca. "La democrazia della cooperazione, una testa un voto, ha funzionato e la scelta è chiara - ha commentato l'ex presidente - Io resterò socio, lo sono da sempre - ha aggiunto - La via è comunque già tracciata: la cooperazione funziona così". "Noi di Confcooperative Toscana Nord siamo convinti che questa sia la strada giusta e abbiamo spiegato nei giorni scorsi ai nostri soci il perch di questa nostra posizione".

"La delibera di adesione di Chianti Banca al gruppo unico promosso dalla trentina Ccb " è stata deliberata nell'assemblea straordinaria del dicembre dello scorso anno, 3852 voti a favore, 2 contrari e 2 astenuti".

Grande affluenza all'assemblea dei soci di Chiantibanca, aperta stamani con oltre mezz'ora di ritardo dalla relazione del presidente Lorenzo Bini Smaghi, all'ObiHall di Firenze. Però, ha concluso "il mondo è fatto, come abbiamo visto, di tanta gente fantasiosa".