Vaccini: via libera a decreto da Cdm

20 Mag, 2017, 00:22 | Autore: Minervina Schirripa
  • Vaccini a scuola, scontro sull'età. Lorenzin:

I corsi, che dovranno essere assolti prima dell'inizio dell'attività annuale, saranno svolti dalle Asl, e saranno a carico dei genitori.

Tra questi, il morbillo e la meningite che "dal momento di approvazione del decreto diventeranno obbligatori con modalità transitorie che il decreto metterà in luce - afferma il primo ministro Gentiloni a margine della riunione, nella conferenza stampa ancora in corso - per consentire a famiglie e sistema di adeguarsi alla decisione senza traumi". "Queste azioni ci permettono di alzare rapidamente il livello di copertura in tutta la comunità e mettere in sicurezza tutta la popolazione".

In sostanza, la scuola "avrà l'obbligo di riferire alla Asl la mancata vaccinazione, l'Asl avrà invece l'obbligo di chiamare la famiglia e dare dei giorni per vaccinare". "E' inaccettabile che in un Paese sviluppato si metta in dubbio il valore di verità scientifiche accertate da decenni sulla base di teorie che non hanno alcuna base concreta ed è quasi avvilente dover combattere una battaglia su conquiste che dovrebbero ormai far parte del nostro patrimonio comune". "E il controllo avviene ogni anno, non una tantum", aggiunge. "E' un problema ed infatti proprio gli operatori sanitari sono molto colpiti dai contagi in ospedale". Per lunghe settimane sono stati ricoverati nel reparto di Rianimazione pediatrica del policlicnico, e grazie ai medici oggi sono fuori pericolo.

Vengono dichiarate obbligatorie per legge, secondo le indicazioni del calendario allegato al Piano nazionale di prevenzione vaccinale vigente (età 0-16 anni) e in riferimento alla coorte di appartenenza, le vaccinazioni di seguito indicate: anti-poliomelitica; anti-difterica; anti-tetanica; anti-epatite B; anti-pertosse; anti Haemophilusinfluenzae tipo B; anti-meningococcica B; anti-meningococcica C; anti-morbillo; anti-rosolia; anti-parotite; anti-varicella.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto, proposto dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che introduce l'obbligo di vaccinazioni per l'iscrizione a scuola.

Si tratta dunque dell'accesso ad asili nido e scuole materne. Per noi, tutti i vaccini sono indispensabili, sono solo regole vecchie e purtroppo non ancora modificate che impongono di mantenere questa differenza. Obbligatori anche i vaccini nelle scuole elementari, ma in questo caso la violazione della norma prevede sanzioni e non il divieto di iscriversi alla scuola dell'obbligo. Ha così spiegato che per i genitori di chi non è coperto e frequenta la scuola dell'obbligo si è pensato a sanzioni, "anche 30 volte più alte di quelle esistenti". Per quanto riguarda infine la fascia dai 6 anni in su, nessuna legge può impedire ai bambini di andare a scuola.