Casa » Sport

Nicky Hayden, le condizioni restano disperate. Melandri Spero nel miracolo

20 Mag, 2017, 04:39 | Autore: Lucilla Lucia
  • Hayden ore disperate

Roma, 19 mag. (askanews) - "Permangono estremamente gravi le condizioni cliniche" di Nicky Hayden, il pilota statunitense della Superbike ricoverato da mercoledì nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Bufalini di Cesena.

Secondo i medici "il quadro clinico resta di estrema gravità": Hayden sarebbe troppo debole per essere operato, così resta in rianimazione. Nessuna novità dal bollettino medico diffuso in mattinata.

Nicky Hayden ha gravissimi danni cerebrali.

È attesa intanto in ospedale la famiglia dello statunitense: mamma Rose e il fratello maggiore Tommy atterreranno nel pomeriggio a Bologna. Con loro anche la fidanzata di Hayden, Jaqueline Marin, che è sempre rimasta vicina ad Hayden, e l'entourage del team Honda Sbk. In bici con alcuni amici lungo la strada che da Riccione porta a Tavoleto è stato travolto da un'auto sbattendo violentemente contro il cofano e il parabrezza. "Siamo arrivati in MotoGP assieme, siamo cresciuti professionalmente assieme e la stima reciproca, sia a livello sportivo sia umano, è sempre stata forte". "Non mollare amico mio!" Si è sempre battuto, durante i gran premi, per la sicurezza di tutti e l'ha sempre fatto con il sorriso sulle labbra, quindi speriamo davvero che avvenga il miracolo.

In collegamento con Tiki Taka anche Max Biaggi ha voluto mandare un messaggio ad Hayden. Poi, quando succedono, l'intera comunità motociclistica si stringe attorno allo sfortunato pilota.

Negli ultimi anni la crisi ha incrementato il numero di quanti si sono convertiti ai pedali, scegliendo la bici sia come mezzo di trasporto quotidiano, sia come pratica sportiva amatoriale: i dati dei report Aci-Istat, infatti, dimostrano che i ciclisti deceduti in incidenti sono di tutte le età, sia uomini che donne, come anche le migliaia di feriti (solo nel 2012 oltre 16 mila). "La situazione è molto difficile, ma tutti speriamo per il meglio". "Spero di rivederlo in sella il più presto possibile".