Corruzione: Cgil Sicilia, quadro desolante, Crocetta faccia autocritica

20 Mag, 2017, 05:38 | Autore: Amata Cozzo
  • Corruzione indagato anche Crocetta

La famiglia Morace, da sempre vicina a Fazio, gestiva la compagnia di traghetti Ustica Lines da cui è nata la Liberty Lines che collega Trapani alle isole minori.

Palermo, 19 mag. (AdnKronos) - "Dall'indagine in corso per corruzione nell'ambito dell'assegnazione dei fondi per il trasporto marittimo emerge un quadro desolante di commistione tra politica e imprenditoria finalizzata agli affari e all'acquisizione di consenso".

Insieme al governatore siciliano Rosario Crocetta e al sottosegretario alle Infrastrutture, Simona Vicari, è indagato un carabiniere che presta servizio a Perugia. Nel corso delle indagini è emersa l'esistenza, come hanno sottolineato gli inquirenti, di "una reale cointeressenza economica" tra l'armatore Morace ed il deputato Fazio, "tale da potere ipotizzare il reato di abuso d'ufficio nella condotta di quest'ultimo". In cambio di un orologio datole dall'imprenditore, secondo l'accusa, avrebbe presentato un emendamento che abbassava l'Iva sui trasporti marittimi, consentendogli di risparmiare milioni di euro. Crocetta è accusato di concorso in corruzione e avrebbe ricevuto un avviso di garanzia notificato dai carabinieri. Tale annullamento era stato operato dalla Regione Siciliana, a causa delle riscontrate sovracompensazioni. Attraverso tale attività illecita, gli armatori Morace sarebbero riusciti ad incamerare importanti informazioni che confermavano i loro sospetti. "Sono molto sereno e se riceverò un invito a comparire, che non ho ancora avuto perché sono in viaggio, sarò lieto di riferire ai magistrati notizie utili alle indagini", dice Crocetta.