"Concorso in corruzione", indagato anche il governatore Crocetta

20 Mag, 2017, 07:46 | Autore: Alighiero Casassa
  • Il sottosegretario Vicari

"Poiché la mia permanenza nell'incarico di sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture - spiega Vicari - comporterebbe di affrontare quotidianamente una materia per la quale sono oggi sottoposta ad indagine, al fine di garantire a me e al mondo che è maggiormente interessato al trasporto marittimo e a tutto il Governo che ho avuto l'onore di rappresentare, una maggiore serenità, ritengo opportuno rassegnare le mie dimissioni".

Tra gli iscritti nel registro degli indagati c'è anche la sottosegretaria alle Infrastrutture Simona Vicari, accusata di aver ricevuto un Rolex da Morace in cambio di una norma per ridurre l'Iva dal 10 al 4% per i trasporti su navi veloci, determinando un ingente risparmio per la società di Morace ed un ammanco di sette milioni per lo Stato. "In quella sede farò chiarezza anche del regalo ricevuto da Morace che nulla ha a che vedere con il ruolo di Sottosegretario e l'impegno da me profuso per il riordino dell'intero settore", conclude Vicari. In cambio l'armatore distribuiva soldi, regali, assunzioni di amici e parenti, come il nipote di Fazio. Morace ha versato 5 mila euro. Stesso compenso per un collaboratore della senatrice di Ap, Marcello Di Caterina che oggi ha consegnato l'orologio ai carabinieri a casa sua per una perquisizione. Così facendo si è configurata per lei, secondo il gip Marco Gaeta, un'attività contraria ai doveri d'ufficio che si aggiunge al reato di corruzione. "Zio Nunzio ci ho pensato ce lo voglio fare il regalo, quei due regali a questi due personaggi", dice Morace non sapendo di essere intercettato. "Sei stato un tesoro".

Qualche anno fa, nonostante i successi del suo Trapani-calcio, aveva mollato la Sicilia per la Spagna il più grande armatore del Mediterraneo, Vittorio Morace, un napoletano di 76 anni chiamato "il Comandante" anche dalla giovane e bella moglie olandese Annemarie Collart, piazzata al vertice di quel gioiello di famiglia che in serie B è diventata la squadra granata. Morace, scrivono i carabinieri nell'informativa confluita nella misura cautelare, avrebbe dichiarato di aver ospitato il governatore sulla sua barca e di avergli pagato una vacanza a Filicudi.

In generale, Morace si è dimostrato abile nel tessere una vasta e diversificata rete di supporto politico-istituzionale, a livello regionale e nazionale, finalizzata al rafforzamento della posizione di quasi monopolio della Liberty Lines e all'aggiudicazione di fondi regionali 'gonfiati'. "Apprendo queste notizie dai giornalisti, non so altro dell'inchiesta", replica Crocetta. Il Tar gli aveva dato torto e lui aveva fatto contattare un ex giudice del Cga, Raffaele De Lipsis che aveva chiesto l'intervento del nuovo presidente del Consiglio di Giustizia Amministrativa.