Col Chievo torna Dzeko. Pallotta presto in città per Totti e Spalletti

20 Mag, 2017, 06:46 | Autore: Amata Cozzo
  • Chievo arbitro della lotta Champions

La Roma è stata brava a vincere con Milan e Juventus. Spalletti è sicuro: "Non c'è nessun rischio legato ad un possibile calo di concentrazione". Situazione tranquilla, invece, per il Chievo che si avvia a concludere un altro buon campionato: nell'ultimo turno gli uomini di Maran hanno pareggiato in casa della Sampdoria. Io ho detto ai miei che vanno vinte tutte e ne mancano ancora due. Dipende da tante cose, i calciatori devono dare il massimo di loro stessi. "Giocano sulla base di ciò che hanno costruito". Luciano Spalletti crede poco al ribaltone e si inchina alla Juventus con due giornate d'anticipo, senza che la matematica abbia emesso il suo inappellabile verdetto. Noi dovremo modificare le nostre capacità per togliere a loro questi numeri. SCUDETTO - A Roma più di qualcuno sogna il tricolore, ma Spalletti è più realista: "Noi dobbiamo credere alle due partite con Chievo e Genoa come se fossero quelle con il Porto". E' tutta la settimana. "Vogliamo giocare la competizione più bella, la Champions". Ci siamo costruiti la possibilità di farlo e non vogliamo rinunciare. Roma direttamente alla fase a gironi della prossima competizione continentale più prestigiosa, Napoli ai Preliminari.

Gli viene chiesto se prevale di più l'orgoglio per il campionato disputato o la delusione per le coppe:"Parlare di delusione è eccessivo, quando si lavora per costruire un obiettivo in maniera seria e continua come abbiamo fatto. Ogni tanto abbiamo lasciato per strada risultati che ci rendono tristi, questa partita può spazzare via la tristezza". Le prossime due partite ci possono dare la felicità. Quando arrivi in fondo comunque qualche rimorso può presentarsi, e questa deve essere la partita per cancellarli. "Se loro vogliono prendere questo posto vuol dire che io devo essere più bravo di loro".

Spalletti parla poi così di Francesco Totti: "Lui è il simbolo della nostra squadra, è una leggenda". Immancabile nel corso della conferenza stampa anche qualche domanda su Francesco Totti con il mister che sul capitano della Roma ha dichiarato che 'Qualche volta l'ho penalizzato, ma devo fare delle scelte'. Faccio la formazione con il criterio di portare un vantaggio alla Roma.