Assange si affaccia, "vittoria importante per me"

20 Mag, 2017, 09:57 | Autore: Sofia Staffieri
  • Julian Assange fondatore di WikiLeaks

Scotland Yard è obbligata a rispettare il mandato di cattura emesso dalla Westminster Magistrates' Court nei confronti di William Assange se il fondatore di Wikileaks dovesse uscire dall'ambasciata dell'Ecuador di Londra.

La notizia è stata accolta con giubilo dall'attivista australiano, il quale ha pubblicato una foto sul profilo Twitter che ritrae l'ex accusato sorridente e particolarmente rilassato. La Procura svedese ha infatti annunciato la chiusura delle indagini preliminari aperte nel 2010 contro il fondatore di Wikileaks per un presunto stupro. La Svezia ritira le accuse, e non per una questione di merito: semplicemente si è dimostrato impossibile portarlo a processo. Assange ha sempre respinto l'accusa e il suo difensore svedese Per Samuelson aveva avanzato una richiesta all'inizio di maggio per la revoca del mandato di cattura a suo carico. In merito alle posizioni della polizia l'Ecuador ha fatto sapere che intensificherà i suoi sforzi diplomatici per ottenere dalla Gran Bretagna un "salvacondotto" che permetta un "transito sicuro" di Julian Assange verso il Paese sudamericano che gli ha concesso l'asilo politico. Assange si trova nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra.

Assange avrebbe voluto partecipare al processo svedese dall'Inghilterra: si presentò spontaneamente a Scotland Yard per farsi interrogare.

Le autorità e l'intelligence americane a loro volta non negano di considerare Julian Assange alla stregua di un 'nemico' per aver diffuso attraverso Wikileaks documenti segreti e rivelazioni imbarazzanti su Washington. Le autorità britanniche - si legge in un tweet dell'organizzazione - "si rifiutano di confermare o negare seabbiano ricevuto una richiesta di estradizione dagli Usa". Il secondo invece venne riaperto successivamente da Na oiu Marianne Ny, a capo del dipartimento sui crimini sessuali, che riaprì il fascicolo per stupro, molestie sessuali e coercizione illegittima, il 18 novembre, quando Assange si era già spostato a Londra. Sì perché uno degli avvocati di Julian, Juan Branco, ha detto che il suo assistito potrebbe recarsi anche in Francia.