Rai, la vergogna della fiction Rai "Di padre in figlia": così umiliano

08 Mag, 2017, 04:37 | Autore: Adone Liotta
  • Di Padre in Figlia

Il finale di Di Padre in figlia è andato in onda martedì 2 maggio, e ha generato un vero e proprio corto circuito di messaggi sui social, molti dei quali hanno voluto sottolineare l'ottima scelta di colonne sonore (dalla sigla iniziale, cantata da Joan Baez - O' Cangaceiro, fino alle hit dei primi Vasco Rossi e Antonello Venditti) e, soprattutto, la bella sensazione che la conclusione della storia gli ha lasciato dentro: "Finalmente la madre si è riscattata e ha potuto cominciare a vivere la sua vita!".

La fiction, scritta da Cristina Comencini e diretta da Riccardo Milani, si chiude con il riscatto della famiglia Franza, che appare un inno alla capacità veneta di fare business, legata al lavoro e all'etica dei "schei": le figlie del distillatore Giovanni con la "studiata" Maria Teresa in testa, interpretata da Cristiana Capotondi, rilevano l'azienda che il padre (stanco per gli scandali, i fallimenti sentimental familiari e il dolore del suicidio del figlio Antonio), voleva mollare e la rilanciano.

Ordunque, al momento nessuna informazione ufficiale è stata resa nota in merito alla possibilità di assistere a Di Padre in Figlia 2. Una serie tv all'italiana che ha riscosso notevoli consensi sul piano degli ascolti televisivi. Tutte queste cose hanno fatto infuriare qualcuno, ma se si guarda alle vicende della "città bene", si scopre che la cronaca negli ultimi decenni del secolo ha, sempre, parlato di sniffate nelle ville, matrimoni eccellenti, e anche di qualche colpo di pistola letale in famiglie illustri. Ambientata completamente a Bassano del Grappa, con alcune scene a Padova, Di padre in figlia ha coperto un arco temporale che va dagli anni Cinquanta agli Ottanta. Risultato che è un buon incentivo per immaginare una seconda stagione. Potrebbero essere loro le protagoniste di una seconda serie, insieme ovviamente ad altri personaggi che andrebbero inventati ex novo. Cosa preserverà il futuro alle ragazze di casa? Una seconda stagione di Di Padre in Figlia sarebbe l'occasione per raccontarci nuovi periodi del passato: gli anni Novanta ad esempio.