Pomezia, non si placano le fiamme. Allarme ambientale in oltre 20 comuni

08 Mag, 2017, 06:51 | Autore: Minervina Schirripa
  • Roma: a fuoco deposito di rifiuti industriali, enorme nube nera

È stata disposta la chiusura delle scuole nel raggio di due chilometri, mentre i residenti entro 100 metri sono stati costretti a lasciare le proprie case.

Si raccomanda, inoltre, che "il consumo e la trasformazione" riguardanti la coltivazione e la raccolta di ortaggi per uso domestico e commerciale avvengano soltanto "dopo accurato lavaggio con acqua potabile" anche nei giorni successivi al rogo. "In caso di allevamento di animali deve essere vietato il pascolo di animali da reddito e ove possibile gli animali devono essere mantenuti al chiuso". Le operazioni di spegnimento dell'incendio e di rilevazione della qualità dell'aria vanno avanti. "Daremo comunicazione di ogni aggiornamento". Sul posto anche la polizia e la polizia stradale.

Alcune balle complesse di materiale plastico sarebbero andate a fuoco. "Ora dobbiamo solo cercare un altro lavoro e non sarà facile di questi tempi", dice un altro degli operai con le lacrime agli occhi.

Disposto anche il trasferimento dalle abitazioni di tutti coloro che vivono nei pressi del luogo in cui si è sviluppato l'incendio per l'alto rischio di contaminazione da diossina.

"Contestualmente è stato contattato il Centro Regionale Amianto della Asl di Viterbo - ha aggiunto - per concordare l'analisi dei campioni ed eventuali ulteriori accertamenti da effettuare". "Siamo in contatto con le amministrazioni comunali della zona sud di Roma interessati dalla nube che si è sprigionata questa mattina da una azienda di Pomezia" ha dichiarato.

Virginia Raggi, sindaca di Roma e dell'intera area metropolitana, ha rilanciato le indicazioni dell'azienda sanitaria Rm6, lanciando un appello ai cittadini di 21 comuni (Nettuno, Anzio, Pomezia, Ardea, Velletri, Lavinio, Lanuvio, Genzano, Albano laziale, Ariccia, Nemi, Castel Gandolfo, Marino, Ciampino, Frascati, Grottaferrata, Rocca di Papa, Rocca Priora, Montecompatri, Monte Porzio Catone e Colonna).

Rogo colposo, indaga procura Velletri - La procura di Velletri ha aperto un'inchiesta sul rogo divampato in un deposito di plastica a Pomezia e procede per incendio colposo.