Casa » Sport

MotoGP | Lorenzo: "Podio dedicato a chi ha parlato troppo presto"

08 Mag, 2017, 06:09 | Autore: Lucilla Lucia
  • MotoGP Jorge Lorenzo “Jerez è una delle mie piste preferite ma non la migliore per la Ducati”

Un risultato che è una bella iniezione di fiducia per il futuro: "Le Mans può essere una pista migliore per noi secondo me, Iannone e Dovizioso sono andati forte lo scorso anno finché non sono caduti, e soprattutto il Mugello sarà una pista per noi con quel lungo rettilineo". "Non ho mai mollato, ho spinto molto e a fine gara ero stanco".

Un risultato inatteso, visto che il tracciato andaluso solitamente era particolarmente indigesto alla Ducati, che però il tre volte iridato della classe regina ha costruito lavorando meticolosamente nel corso del weekend e sfruttando una scelta di gomme ardita che ha pagato: è stato infatti uno dei pochi a montare una media all'anteriore, con la stragrande maggioranza degli altri che ha puntato sulla dura. Certo è che nemmeno nei suoi più sfrenati sogni da neo-trentenne il campione maiorchino può aspettarsi domenica un bis dell'indimenticabile finale del Gran Premio 2013, con quella lotta ruota a ruota con Marc Marquez: "Lui stacca alla grande, come Valentino - sorride - Ma, essendo più giovane, ha meno paura ad aprire il gas". Sappiamo di dover ancora lavorare sodo, e già da domani proveremo qui a Jerez gli sviluppi che abbiamo preparato, perché il distacco dal vincitore è ancora importante e naturalmente noi vogliamo recuperare. "Lo dedico a chi ha parlato troppo presto..."

Tornando un po' sul discorso con cui ha aperto, ha aggiunto che lui comunque lo ha sempre detto che era solo questione di tempo per ritrovarlo competitivo: "Io ho sempre detto che era solo una questione di chilometri e di capire certe cose". Ancora non conosco perfettamente questa moto e penso di avere del margine. "Come ho sempre fatto in tutta la mia carriera, piano piano sto capendo il modo di guidare per andare forte".