Immigrato si impicca alla stazione Centrale

08 Mag, 2017, 10:32 | Autore: Alighiero Casassa
  • Milano  Stazione Centrale

Secondo quanto riferito, nella giornata di ieri a Milano, un extracomunitario molto probabilmente di origine africana si è tolto la vita impiccandosi sul lato della massicciata della stazione centrale che si affaccia su via Ferrante Aporti.

L'allarme è scattato poco dopo mezzogiorno quando un passante ha notato il corpo dell'uomo, ancora in vita, sul muro della banchina rialzata dalla parte della strada. In poco tempo sono arrivati sul posto carabinieri, vigili del fuoco e 118 e il ragazzo, è stato trasportato all'ospedale di Niguarda dove poco dopo è morto. Non si conosce la matrice ma si pensa ad un gesto volontario. Un giovane migrante di colore, senza addosso documenti o altri elementi di riconoscimento, è stato trovato così dagli agenti di polizia stamattina, domenica, a poca distanza dal Casc, il centro di aiuto sociale del Comune che da qualche giorno ha preso le funzioni che prima venivano svolte all'hub di via Sammartini.Al momento sono in corso le indagini per verificare la nazionalità e l'età della persona trovata morta lungo la massicciata della ferrovia. E poi aggiunge: "Un pensiero a questo cittadino senza dimora. In questo Paese la priorità assoluta", sono state le parole dell'assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino.

Tragedia a Milano in via Ferrante Aporti. Degli accertamenti si sono incaricati i carabinieri della compagnia di Porta Monforte. E il bisogno di rafforzare ancora di più la rete degli interventi sociali.