Egitto, trovati i resti di due statue del Tempio di Rasmes II

12 Marzo, 2017, 09:56 | Autore: Adone Liotta
  • Egitto, scoperta una statua gigante di Ramses II: alta 8 metri, era sepolta nel fango

Una statua imponente e straordinaria, è quella di Ramses II trovata a el-Matariya nella periferia del Cairo. Sepolta in una baraccopoli, tra palazzi non finiti e strade di fango, è stata portata alla luce una statua di ben otto metri che raffigura nientemeno che Ramses II, il Grande, il terzo della cosiddetta XIX Dinastia, noto per essere stato uno dei più potenti e longevi faraoni della terra del Nilo e che regnò dal 1279 al 1213 a.C.

La statua, alta quasi come una casa di tre piani, è frammentata "in grandi pezzi" ed è fatta di "quarzite", scrive il sito Egypt Independent riferendosi a un tipo di roccia composta quasi esclusivamente da quarzo granulare. Il ministro Khaled al Anani ha dichiarato alla Reuters, agenzia di stampa britannica: "Abbiamo visto il busto e una parte della testa, poi la corona e ancora un frammento dell'orecchio e dell'occhio destro". La spedizione congiunta egiziano-tedesco ha anche scoperto la parte superiore di una statua in calcare a grandezza naturale del faraone Seti II, nipote di Ramses II, lunga 80 centimetri. "Anche se non ci sono incisioni che potrebbero far identificare il colosso con certezza - ha spiegato Mahmoud Afifi, direttore del Dipartimento delle antichità egizie - il fatto di averlo trovato all'ingresso del tempio del dio Sole suggerisce che potrebbe raffigurare Ramses II". Tale era l'importanza di questo faraone che nei secoli successivi, gli egizi lo appellarono col nome di "Grande Antenato". Molti studiosi ritengono che Ramses II sia il faraone che ha combattuto contro Mosè, come raccontato nell'Antico Testamento della Bibbia. Per altri, invece, Ramses II è il padre di quel faraone che si sarebbe scontrato con Mosè, il cui nome sarebbe Merenptah.

Un uomo egiziano in piedi vicino alla testa della statua appena scoperta.