General Motors, Opel passa al gruppo PSA Peugeot Citroen

06 Marzo, 2017, 22:55 | Autore: Luciano Vano
  • Carlos Tavares numero uno del gruppo francese Psa

Considerando anche l'acquisto di Vauxhall, ora Psa è il secondo gruppo automobilistico in Europa, dopo Volkswagen. "Confidiamo nel talento dei dipendenti di Opel e Vauxhall per accelerare l'inversione di tendenza", ha dichiarato Carlos Tavares, ad di PSA.

Soddisfatta anche Mary Barra, numero uno del gruppo General Motors, che definito l'accordo come una "vittoria per tutti gli azionisti". Il gruppo francese PSA (Peugeot Citroen), infatti, ha annunciato l'acquisto dei tedeschi di Opel per una cifra vicina agli 1,3 miliardi di Euro. Contestualmente il gruppo francese ha creato una joint venture paritetica con la banca BNP Paribas per gestire le attività di GM Financial. Il capo dello Stato, che questa sera riceverà la cancelliera tedesca Angela Merkel, insieme con il premier Paolo Gentiloni e il presidente del governo spagnolo Mariano Rajoy a Versailles, plaude infine a "questa bella operazione e la nascita di un campione europeo dell'automobile". La combinazione dei due gruppi automobilistici dovrebbe generare sinergie annuali di 1,7 miliardi di euro entro il 2026, soprattutto a livello commerciale, di produzione e di sviluppo.

La transazione "include l'insieme delle attività auto di Opel/Vauxhall, sei fabbriche di montaggio e cinque di produzione di pezzi, un centro d'ingegneria (Russelsheim, Germania) e 40mila dipendenti", è scritto nella nota. Resterà di proprietà di GM il centro progettazione aperto a Torino.

L'operazione comporta di fatto l'uscita di GM dall'Europa. "Da una parte sembra paradossale pensare che dopo essersi ritirata dall'Europa vendendo Opel, General Motors pensi di tornarci attraverso un accordo con Fca - sottolinea un analista del settore - dall'altra e' vero che il progetto Fca si scontrava con tre aree di forte sovrapposizione (Nord America, America Latina e Europa) e quindi in questo modo l'uscita da quest'ultima area semplifica il lavoro di una futura aggregazione'".