Lorella Cuccarini e Heather Parisi, lo show non funziona: "nemiche" come prima

02 Dicembre, 2016, 04:51 | Autore: Adone Liotta
  • Heather Parisi e Lorella Cuccarini insieme a dicembre su Rai 1

Le artiste, la cui presunta rivalità professionale risale ai tempi di Fantastico, quando la Cuccarini sostituì la Parisi come prima ballerina del corpo di ballo, riproporranno i loro successi musicali che per anni hanno fatto sognare il grande pubblico, attraverso gli arrangiamenti inediti di Silvio Testi e le frizzanti coreografie di Veronica Peparini, per un ritorno al passato ricco di modernità. Le due, che hanno più volte dichiarato di non essere mai state né amiche né nemiche, proporranno i loro rispettivi cavalli di battaglia: La notte vola, Io ballerò, Sugar sugar e Liberi liberi per la Cuccarini; Disco bambina, Teleblù, Ti rockerò e Crilù per la Parisi.

Ma quali sono le anticipazioni che dobbiamo conoscere su NemicAmatissima? Si scambia la mia timidezza per atteggiamenti da diva: da cappello e occhiali da sole non mi separo mai, sono la mia coperta di Linus, c'è chi pensa invece che siano atteggiamenti snob. "Forse questo programma bisognava farlo molti anni fa". No, semmai per i figli, mi si sono risvegliate le farfalle nello stomaco, sopite da un bel po'. Il programma andrà in onda dal teatro 5 di Cinecittà in Roma. Uno scontro e un'antipatia che in realtà sono state smentite in sede di conferenza stampa.

Gli ospiti della prima puntata saranno: Alessandro Siani, Ezio Greggio, Lillo & Greg, Zucchero Fornaciari, Roberto Vecchioni e la giovanissima schermitrice Beatrice Vio, medaglia d'oro alle ultime paralimpiadi di Rio De Janeiro.

Cast completo seconda puntata Nemicamatissima del 3 dicembre: gli ospiti sono Gianna Nannini, Cristina D'Avena, Belen Rodriguez, Nek, Chiara Francini e Giovanni Vernia; i conduttori sono Luca e Paolo. Rai 1 punta molto su questo show evento. Durante la registrazione della prima serata la coppia aveva il compito di esibirsi in un monologo: Heather ha scelto di parlare delle donne, Lorella dell'importanza dell'italianità, a dispetto dell'interesse nei confronti degli stranieri.