Grillo pronto a denuncia penale contro Renzi per "scheda falsa"

02 Dicembre, 2016, 09:54 | Autore: Amata Cozzo
  • Renzi mai vista campagna elettorale con così tante bugie

Chi avrà la meglio?

In effetti, il testo, essendo afflitto (a detta anche dei sostenitori del voto favorevole) da norme formulate male, potrebbe prestarsi anche a questi rischi, ma almeno rispetto alla questione della elezione dei senatori si parte da un punto chiaro "i Consigli regionali eleggono i senatori.". Oggetti contundenti a loro volta. "Una bufala. Una balla".

"Renzi - scrive ancora Grillo sul blog - ha portato la bugia a un altro livello, l'ha istituzionalizzata". La scheda mostrata sul web, ruggisce, "non esiste: è un falso". Non c'è neppure scritto facsimilè proprio perché non esiste un documento originale, ma viene spacciata come vera. Riguardo la scheda elettorale del Senato, mostrandola il Premier ha dichiarato: "Questa è la scheda che troverete nella... se passerà... è un facsimile eh, anzi, scriviamoci 'facsimile' sennò poi diventa un problema, scriviamoci un bel facsimile sopra che è fondamentale". Il reato è sancito dall'articolo 661 del codice penale, il quale sancisce che "Chiunque, pubblicamente, cerca con qualsiasi impostura, anche gratuitamente, di abusare della credulità popolare è soggetto, se dal fatto può derivare un turbamento dell'ordine pubblico, alla sanzione amministrativa pecuniaria da euro 5.000 a euro 15.000". "Quelli del M5s frequentano poco il Parlamento e non lo sanno, ma questo è quello che salva Grillo dalle affermazioni sulle scie chimiche e sulle sirene nel Mediterraneo". Vorrei in campagna elettorale il massimo della tranquillità, senza polemiche. Da quando il Pd fa le schede elettorali per i cittadini di tutta Italia? "Dico con amicizia a M5s e Grillo: se vogliono andare in tribunale a denunciarmi facciano", è la replica di Renzi. "Domani sono a Palermo e la strada per il tribunale la conoscono". Renzi è "un falsario", argomenta il leader e pubblica la vignetta-parodia del film 'La banda degli onesti' con Vincenzo De Luca, Matteo Renzi e Denis Verdini che tra una frittura e l'altra producono schede elettorali false.

La mia risposta è un NO deciso e confido che lo stesso giudizio valga per la larga maggioranza degli Italiani che si recheranno alle urne il prossimo 4 di dicembre.

A pochi giorni dal referendum costituzionale lo scontro politico si fa rovente con Beppe Grillo che annuncia di voler denunciare Matteo Renzi.