Torino, trovati morti donna con la sindrome di Down e il padre

30 Novembre, 2016, 19:11 | Autore: Alighiero Casassa
  • Torino, padre e figlia trovati morti in casa: giallo in via Negarville

Morti, forse per un attaccocardiaco, a poche ore uno dall'altro: è al momento questal'ipotesi che spiega i due corpi senza vita trovati in unappartamento al quinto piano di via Negarville 33, nellaperiferia sud di Torino.

I carabinieri della compagnia Mirafiori stanno cercando di capire che cosa sia accaduto nell'appartamento. Di certo sono padre e figlia: Gino e Roberta Leone, rispettivamente di 72 e 41 anni. Gino Leone (affetto da diabete), abitava con la figlia disabile, affetta dalla sindrome di down.

I due corpi non presentano segni di violenza e sono stati ritrovati insieme nella camera da letto.

Il padre, pensionato, e la figlia Roberta, che lavorava in una cooperativa, sono stati visti per l'ultima volta due giorni fa. Vito era stato dipendente prima di Fiat poi delle Ferrovie, la moglie Angela ha sempre lavorato in Fiat.

Quante alle cause si ipotizza un arresto cardiaco, ma anche nel suo caso l'esame autoptico farà chiarezza. Secondo una prima ricostruzione, il padre sarebbe morto all'improvviso martedì sera, per cause naturali. La coppia aveva un'altra figlia, Simona, più giovane di Roberta, morta suicida alcuni anni fa.