Colombia: Chapecoense, morto pure Danilo

30 Novembre, 2016, 18:23 | Autore: Alighiero Casassa
  • Tragedia aerea in Colombia. Sul volo non c'era l'ex Hellas Claudio Winck

C'erano 81 persone a bordo del velivolo che si è schiantato vicino al dipartimento di Antioquia: 72 passeggeri e nove membri dell'equipaggio.

Pochi i volti noti all'interno della rosa: tra questi spiccano l'attaccante Bruno Rangel (tornato dopo una breve esperienza in Qatar), il terzino Dener, il mediano Gil, il centrocampista Cleber Santana (vecchia conoscenza dell'Atletico Madrid), Filipe Machado (vecchia conoscenza del calcio italiano, militò nella Salernitana durante la stagione 2009/10) ed il portiere Danilo. La notizia sta spopolando sul web e centinaia di tifosi stanno postando foto ricordo manifestando la propria vicinanza ai familiari delle vittime. Insieme a loro non sono partiti neanche Nemen, Demerson, Boeck, Andrei, Hyoran, Moises e Nivaldo.

Uno dei superstiti della tragedia aerea della scorsa notte in Colombia, il portiere del Chapecoense Danilo è morto in ospedale. Il difensore, classe 1994, ha vestito la casacca dell'Hellas Verona nella stagione 2015-16, realizzando il gol al Pavia del passaggio del turno in Coppa Italia. In Colombia è notte fonda è l'aereo si è schiantato in una zona di montagna, a sud di Medellin.

PROBLEMI ALL'IMPIANTO ELETTRICO... - L'aereo caduto in Colombia aveva segnalato problemi all'impianto elettrico: lo rende noto in un comunicato l'aeroporto internazionale di Medellin. La confederazione calcistica sudamericana ha immediatamente stoppato tutte le competizioni sportive a causa del dramma.

L'argentino Alejandro Martinuccio è invece scampato alla tragedia perché infortunato: "per me è un momento molto difficile, sono molto triste", ha commentato.