Sanita': Lorenzin, Gaslini ha gia' avuto contributo eccezionale

14 Novembre, 2016, 23:11 | Autore: Minervina Schirripa
  • Sanita': Lorenzin, Gaslini ha gia' avuto contributo eccezionale

Si è svolta questo pomeriggio la seconda visita del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, dopo la visita del settembre 2013, all'Istituto Gaslini di Genova. Oggi sono qui per una visita anche simbolica, ho visitato il Gaslini molte volte ma oggi l'occasione è la giornata mondiale contro il diabete, una malattia da gestire ma anche da sconfiggere.

Genova - "Il Gaslini ha avuto un contributo eccezionale insieme ad altre due strutture che stavano pero' in un regime concordatario". Ricordo che questo è un momento di congiuntura positiva: non soltanto abbiamo una legge di bilancio che porta 2 miliardi in più al sistema sanitario nazionale, ma abbiamo in approvazione in Parlamento anche i nuovi livelli essenziali di assistenza in cui, con un vincolo di stanziamento di 800 milioni della scorsa legge di bilancio, c'è il riconoscimento di altre 118 malattie rare, una grande notizia per i pazienti. "Al Gaslini ho scelto di visitare un reparto di pediatria che fa diabetologia: sono moltissimi i bambini che hanno il diabete, bambini che, se curati nel modo giusto e assistiti, possono avere una vita assolutamente normale". Il ministro lo ha detto parlando con i giornalisti a margine di un convegno sull'innovazione nella farmaceutica.

Gli effetti del referendum sulla sanità "Bisogna votare sì, ne sono fortemente convinta, per la prima parte della Costituzione, dove finalmente togliamo il bicameralismo perfetto che era stato costruito in una Repubblica dove erano forti partiti e deboli le istituzioni, mentre ora dobbiamo rendere forte le istituzioni. Per me, che sono ministro della Salute, forse la più importante", ha affermato ancora il ministro della Salute durante la visita a Genova. "Dove abbiamo ricevuto il fabbisogno delle Regioni abbiamo dato il via libera ad assunzioni a tempo indeterminato ma -ha concluso Lorenzin- bisogna fare i concorsi e assumere".

Con la vittoria del sì al referendum e la riforma del Titolo V della Costituzione, non ci saranno più differenze tra Regioni in tema di sanità e ci sarà un accesso all'articolo 32 della Costituzione (che tutela il diritto alla salute a tutti i cittadini) uguale in tutto il Paese. "Da questo punto di vista la Puglia ha già approntato il necessario per dimostrare la eccezionalità di questi dati epidemiologici che sono connessi alla attività industriale".