( Lunedì 10 Ottobre 2016 ) Haiti: dopo Matthew ora è emergenza colera

16 Октября, 2016, 13:46 | Autore: Alighiero Casassa
  • Shakira dona 15 milioni di dollari per vittime dell'uragano Matthew ad Haiti

Ogni giorno che passa aumenta la minaccia di un'epidemia di colera. In North Carolina ha comunque lasciato 2 milioni di persone senza l'energia elettrica. Già ci sarebbero cento vittime di questa malattia.

L'Oms ha lanciato anche l'allarme colera per Haiti: le infrastrutture sanitarie sono infatti gravemente danneggiate e le fonti di acqua potabile contaminate inoltre le acque stagnanti ricolme di cadaveri umani e di animali sono un terreno perfetto per le malattie.

La donazione di Shakira potrebbe essere utile anche per un aspetto, portato alla luce dagli esperti di Save the Children: sono circa 130mila i bambini che vivono nelle aree distrutte prima dal terremoto e poi dall'uragano Matthew, che oltre a vivere in condizioni pessime, non hanno la possibilità di andare a scuola. Abbattutosi, a una velocità di 120 chilometri orari, sta perdendo forza ed è destinato a indebolirsi ancora negli prossimi giorni, secondo le previsioni. I primi morti di colera, endemico nell'isola, ci sono già, anche se nessuno sa quanti. Non si parla delle cause né delle necessità, se non i sacerdoti nelle omelie domenicali con Papa Francesco in testa, che all'Angelus ieri, esprimendo "dolore e vicinanza per le vittime dell'uragano", ha sollecitato aiuti sottolineando la "fiducia nel senso di solidarietà della comunità internazionale, delle istituzioni cattoliche e delle persone di buona volontà". E si aggiungono agli provocati dall'uragano.

In particolare, dal 2010, l'UNICEF ha realizzato o mantenuto 1.270 punti sanitari in cui viene praticata la terapia di reidratazione orale e 149 unità per la cura del colera nelle zone ad alto rischio, in cui sono stati trattati circa 140.000 casi conclamati o sospetti di infezione. E' difficile, oggi, fare un conto esatto delle vittime perché alcune delle zone più colpite sono ancora tagliate fuori dal resto del paese a causa di inondazioni, crolli, frane e alberi caduti sulle strade.

L'uragano Matthew ha colpito Haiti mentre aveva un'intensità stimata di Categoria 5, su una scala che va da 1 a 5. Anche per questo il paese ha uno dei più alti tassi di incidenza di colera in tutto il mondo.