Casa » Sport

Us Open: Lorenzi si guadagna Murray, out Fognini e Giannessi

06 Settembre, 2016, 22:46 | Autore: Lucilla Lucia
  • Partita Lorenzi vs Simon in diretta LIVE US Open 2016

Paolo Lorenzi si è qualificato per il terzo turno degli Us Open, quarto e ultimo Slam della stagione in corso sui campi in cemento di Flushing Meadows. L'ultimo italiano rimasto ancora in gara, è riuscito a mettere in difficoltà il numero 2 al mondo, non riuscendo però ad aggiudicarsi la mattina. Fognini, Lorenzi e Giannessi scenderanno invece in campo giovedì, rispettivamente contro Ferrer, Simon e Wawrinka. Ho lavorato tanto su questi aspetti, ma i risultati negli Slam non arrivavano. "E' ovviamente favorito, ma comunque partiamo da zero a zero. Certo, se gioca al suo livello sarà una partita durissima".

Us Open: Lorenzi si guadagna Murray, out Fognini e Giannessi

Niente da fare, invece, per Fabio Fognini, sconfitto per la dodicesima volta dallo spagnolo Ferrer (mai un successo contro di lui): l'azzurro saluta gli Us Open, dopo gli ottavi dello scorso anno, perdendo 6-0, 4-6, 5-7, 6-1, 6-4, punteggio che rispecchia l'andamento altalenante di un match deciso dal break dello spagnolo al settimo gioco del quinto set. Alessandro saluta il torno a testa altissima e dopo aver avuto le sue occasioni anche contro Wawrinka, che in carriera vanta due titoli Slam agli Australian Open e al Roland Garros. E Murray ha un record di 17-1 nelle sfide contro gli italiani (ha perso solo da Fognini nei quarti della Davis di due anni fa), che proprio ora sale a 18 battendo Paolo al quarto set. Giannessi recupera poi dallo choc iniziale e nel secondo set si trova avanti di un break e con un palla per chiudere sul 5-3. Il 26enne pugliese, numero 111 del ranking, che già nel 2014 aveva centrato l'ingresso nel main draw a New York (allora fermato da Milos Raonic), ha ceduto al russo Karen Khachanov, numero 95 Atp e anch'egli proveniente dalle qualificazioni: 63 63 46 63 il punteggio, in poco meno di due ore e mezzo, in favore del 20enne di Mosca che si era aggiudicato anche l'unico precedente, disputato nel 2013 al challenger di Ginevra, sul duro indoor. C'è il rammarico per quel set point e per quello 0-40 al suo turno di battuta nel terzo parziale. "E' stata un'esperienza fantastica di cui farò tesoro", ha concluso Giannessi.