CIPE. Tutti gli investimenti al Sud. LA SCHEDA

12 Agosto, 2016, 04:03 | Autore: Sofia Staffieri
  • Bonifiche

Ammontano a circa 40 miliardi di euro gli investimenti deliberati dal Comitato interministeriale per la programmazione economica nella seduta che si è svolta oggi a Palazzo Chigi, presieduta dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi. I fondi sono stati suddivisi in 21,7 miliardi per le infrastrutture, 7,5 miliardi per l'ambiente, 6 miliardi per lo sviluppo economico e produttivo, 2,1 miliardi per turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali e 357 milioni per l'occupazione, inclusione sociale e lotta alla povertà, istruzione e formazione.

Ancora, 79,9 milioni di euro sono stati assegnati al progetto preliminare del primo lotto del Sistema tangenziale di Lucca e sono stati approvati lo stralcio nord del progetto "Nodo ferro stradale di Casalecchio di Reno", il progetto definitivo dell'adeguamento tecnologico e infrastrutturale di una galleria della Linea ferroviaria Battipaglia-Reggio Calabria e l'assegnazione di un finanziamento di 1.630 milioni di euro per la linea AV/AC Milano-Genova-Terzo valico dei Giovi, quarto lotto costruttivo, autorizzandone l'avvio alla realizzazione.

Lo stanziamento di 1,4 miliardi del Fondo sviluppo e coesione per il Mise deliberato ieri dal Cipe consentirà di finanziare con 1 miliardo i contratti di sviluppo rispondendo alle richieste di investimento presentate dalle imprese, un terzo delle quali è rappresentato da investitori internazionali. I tanto chiacchierati patti per il Sud si stanno materializzando in una pioggia di milioni da investire in opere immediatamente cantierabili. Il piano di investimenti è finalizzato a finanziare interventi da realizzarsi nelle Regioni e nelle Città metropolitane del Mezzogiorno mediante appositi Accordi interistituzionali. Per il riparto del Fondo per lo sviluppo e la coesione territoriale (FSC) il Comitato ha approvato l'individuazione delle Aree tematiche e degli obiettivi strategici su cui impiegare la dotazione finanziaria del Fondo Sviluppo e coesione (FSC). A queste risorse andranno ad aggiungersi altri 15 miliardi di euro per un totale di circa 25 miliardi di euro destinati al Sud.

Con la riunione di ieri il governo ha dato un impulso ulteriore alla sua azione di programmazione in materia di investimenti pubblici. In particolare ha assegnato 204,43 milioni di euro a valere sulle risorse dei programmi complementari in favore del ministero dell'Interno e della Regione Calabria.

Nel dettaglio, per quanto concerne i patti per il Sud, alla Puglia spetteranno 2.071,5 milioni di euro, alla Basilicata 565, al Molise 378 e alla città di Bari 230. Si prevede l'attivazione di un meccanismo di cofinanziamento tra le risorse nazionali (Fsc) e quelle risorse regionali (Por) con un cofinanziamento da parte delle imprese coinvolte per oltre 500 milioni.