Vaccini, la decisione dei medici: "Chi li sconsiglia sarà radiato"

20 Luglio, 2016, 14:27 | Autore: Minervina Schirripa
  • Ordine dei Medici'Radiato chi sconsiglia i vaccini

Violano il codice deontologico e rischiano la radiazione. È questo il senso del 'Documento sui Vaccini' che, approvato all'unanimità dal Consiglio Nazionale della FNOMCeO (Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri) lo scorso 8 luglio, è stato presentato oggi.

"Noi siamo pronti a fare la nostra parte - ha concluso Luigi Conte -, sono già in corso e sono stati fatti procedimenti disciplinari per medici che sconsigliano i vaccini. E le vaccinazioni rappresentano un principio fondamentale di sanità pubblica, di tutela della salute del singolo e della collettività, che è dovere del medico". "Occorre muoversi non solo sul piano del richiamo ai risultati veri e concreti della medicina ma anche rivolgersi all'immaginario collettivo per superare l'endemico disinteresse per la scienza che, per inciso, si manifesta anche con il sottofinanziamento della ricerca, con la fuga dei cervelli e con il successo di improvvisati guaritori".

La Federazione ha inoltre affermato che la Magistratura non "deve avere atteggiamenti tesi a fomentare comportamenti scorretti e non compatibili con il vivere sociale", riferendosi di fatto alle sentenze emesse negli ultimi mesi proprio in materia di vaccini e vaccinazioni.

"I vaccini sono, nella storia della medicina, gli interventi più efficaci mai resi disponibili per l'uomo", ha detto Roberta Chersevani (nella foto sopra), presidentessa della Fnomceo.

"Si fa pericolosamente strada nell'opinione pubblica la falsa percezione che i vaccini siano superflui e inutili - ha spiegato Maurizio Grossi, coordinatore della Consulta Deontologica della FNOMCeO, presentando il Documento al Consiglio Nazionale". "Per questo abbiamo voluto fortemente il documento. Perche', quando ci viene chiesto: 'La Fnomceo da che parte sta?', possiamo rispondere senza esitazioni: 'Noi stiamo dalla parte dei vaccini'".

Sanzioni ai medici che sconsigliano vaccini. Sebbene esistano dei casi particolari in cui è sconsigliabile la vaccinazione (come nei casi di deficit immunitario), è infatti importante sottolineare che i vaccini hanno aiutato a proteggere la salute della popolazione dal rischio di gravi malattie. A tal proposito la Fnomceo chiede nel documento di "superare l'evidente disallineamento tra scienza e diritto" e auspica che "i magistrati intervengano in materia di salute recependo nelle loro sentenze la metodologia dell'evidenza scientifica".