Caso di Fermo, segni di aggressione sul corpo di Mancini

09 Luglio, 2016, 17:24 | Autore: Amata Cozzo
  • Emmanuel Chidi Namdi e la moglie Chinyery

L'esame è stato condotto dal medico legale Alessia Romanelli e vi ha assistito il perito di parte Elena Mazzeo, nominata dal difensore di Amedeo Mancini, arrestato per omicidio preterintenzionale aggravato.

E' stata effettuata l'autopsia sul cadavere di Emmanuel Chidi Namdi, il profugo nigeriano pestato a morte a Fermo mentre difendeva la compagna da insulti razzisti. L'emorragia interna devastante che l'ha ammazzato non è stata provocata dalla caduta all'indietro, ma dal pugno che ha ricevuto in faccia.

Chinyery Chinyere Chimiary, come spesso accade non sappiamo quale nome è quello giusto, è quella ragazza vestita da sposa e poi da vedova, sempre in bianco, dalla pelle nera che ha detto "Chiedo che venga fatta giustizia, giustizia nel modo migliore per mio marito". L'ha ripetuto anche oggi alle suore della Jesus Caritas che si prendono cura di lei. "Faremo di tutto perché la verità sia accertata, in piena collaborazione con la magistratura". "Nessuno può essere ucciso per il colore della sua pelle" ha detto, commentando l'omicidio diEmmanuel, il presidente del Senato, Piero Grasso, nel suo secondo giorno di visita a Lampedusa. E se le Marche sono una terra accogliente, secondo l'assessore Cesetti, "lo devono anche al lavoro costante portato avanti da persone come Don Vinicio Albanesi, dal volontariato, da tante associazioni presenti sul territorio". Nel frattempo Chinyvery si accorge di essere incinta, ma perderà anche quel bimbo nel corso di un raid di un commando nel loro rifugio in Libia.

Il funerale sarà celebrato dall'arcivescovo di Fermo mons. "Sarò in Duomo con il Gonfalone del Comune", fa sapere il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro, "perché questa è una tragedia che riguarda tutta la comunità".

Per il Presidente del Consiglio Antonio Mastrovincenzo "è necessario lavorare soprattutto sul fronte della sensibilizzazione, con iniziative che coinvolgano soprattutto le scuole".