Tragedia a Perugia, giovane trovato morto in centro: sul posto la Polizia

08 Luglio, 2016, 10:30 | Autore: Alighiero Casassa
  • Andrea Mecucci

Probabile overdose, secondo i primi riscontri. Gli inquirenti stanno ricostruendo le ultime ore di vita del ragazzo, ascoltando amici, verificando con chi abbia trascorso quella maledetta notte di martedì e i tabulati telefonici. Sul corpo, infatti, non ci sarebbe alcun segno d'iniezione. Rientrato a casa per pranzo e trovandolo ancora addormentato, è entrato in camera dell'amico.

Per conoscere le cause del decesso del giovane bisognerà attendere i risultati dell'autopsia e degli esami tossicologici ma, secondo quanto si è appreso, prende sempre più corpo l'ipotesi dell'overdose. Riuscito quindi a entrare in casa, il vicino ha poi fatto la tragica scoperta e allertato soccorsi e forze dell'ordine: Andrea era lì, senza vita, riverso sul letto.

I sanitari e poliziotti intervenuti in via Pinturicchio non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

La morte di Andrea ha trascinato nella disperazione i familiari e due città: Civita Castellana, dove aveva frequentato il liceo scientifico Colasanti. Ventisette anni, laureato in Giurisprudenza col sogno di diventare avvocato, il ragazzo si era trasferito da Civita Castellana a Perugia per studiare. Importante capire se fosse in compagnia o meno durante il malore. Adorava il calcio e il suo cuore era tutto biancoceleste. "Insieme alla sua famiglia e agli amici oggi a piangere è tutta la pallavolo umbra", è scritto nel sito. Intanto i genitori, avvertiti nel tardo pomeriggio di mercoledì della morte del figlio, sono arrivati nel capoluogo umbro per il riconoscimento.