'Ndrangheta, risolto l'omicidio di Vincento Montilla: un arresto

08 Luglio, 2016, 12:49 | Autore: Alighiero Casassa

Avrebbe guidato il motociclo utilizzato nell'agguato in cui venne ucciso Vincenzo Montilla il 9 agosto 2000 in località Bella a Lamezia Terme. Si tratta di Domenico Chirico, detto "U Batteru", pregiudicato di 34 anni al quale è stata notificata un'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip Giuseppe Perri su richiesta del pm della Distrettuale Elio Romano.

L'omicidio Albisi comportò al Pietro Pulice il carcere per diversi anni.

Pulice era stato quindi arrestato.

"L'arresto di oggi - ha affermato il procuratore aggiunto Giovanni Bombardieri - è un ulteriore tassello per ricostruire la verità su uno dei periodi più neri della storia di Lamezia". Inoltre, secondo gli inquirenti, Pietro Pulice è la fonte attendibile della confidenze che i collaboratori hanno ricevuto, essendo l'autore materiale del delitto di Vincenzo Montilla. L'omicidio di Montilla, che all'epoca aveva 38 anni - si aggiunge - diede inizio alla cosiddetta faida di Lamezia Terme che vide contrapposte le cosche di 'Ndrangheta dei Torcaso-Cerra e dei Iannazzo-Giampà, dapprima alleate nel controllo locale del traffico di droga, delle estorsioni, appalti pubblici, usura. Pulice è stato, infatti, freddato nel 2005 su ordine della cosca Giampà perché ritenuto persona "scomoda" che metteva zizzania all'interno della consorteria.