Naufragio migranti nel Canale di Sicilia: morte 10 donne

08 Luglio, 2016, 13:03 | Autore: Adone Liotta
  • Naufraga gommone carico di migranti morte 10 donne

Ennesima strage di migranti questa mattina nel Canale di Sicilia.

Ancora morti nel Canale di Sicilia.

La Centrale operativa della Guardia Costiera, con sede a Roma, ha ricevuto una richiesta di soccorso e ha subito inviato una squadra per portare in salvo il maggior numero di persone. Se il gommone fosse affondato anche gli uomini della nave Diciotti' sarebbero 'scesi'. Le indagini sono state accelerate con l'invio di investigatori sul nave Diciotti la notte scorsa mentre era ancora in navigazione verso Catania. Il naufragio e' avvenuto con condizioni meteorologiche pessime, mare forza 3, vento a 30 nodi e onde alte due metri.

Il maliano Osman Kowari, di 21 anni, e il gambiano Ibrahim Barry, di 24, sono stati fermati perché ritenuti, rispettivamente, il guidatore e il navigatore, di un terzo gommone con a bordo 116 migranti.

Intanto sono sbarcati a Trapani 571 migranti, tra loro, 121 donne e 79 minori, di cui 62 non accompagnati, provenienti dall'Africa. Il maltempo ha frenato i lavori, imponendo degli "stop and go".

Oggi, intanto, il relitto del barcone carico di immigrati affondato nell'aprile 2015 è stato trainato nel porto di Agusta, dopo essere stato recuperato dalla Marina Militare. Poi, nella sala comando, una sorta di sala gioco con decine di schermi, mossi da dei joystick sono state attivate delle marre che hanno bloccato, ancorandolo al modulo, il peschereccio. Adesso arriva un'altra parte difficile: il sopralluogo.