Illeciti fiscali: nel 2015 boom di segnalazioni sospette, lo comunica Bankitalia

08 Luglio, 2016, 12:29 | Autore: Sofia Staffieri
  • Fisco Bankitalia in 2015 boom segnalazioni operazioni sospette

Nel 2015 le segnalazioni degli operatori non finanziari, soprattutto gestori di giochi e scommesse e commercianti in oro e oggetti preziosi, sono aumentate di oltre il 60%. Nel primo semestre del 2016 il flusso ha superato le 50.000 unità.

Altro buco nero i money transfer al centro dei flussi finanziari destinati al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo: gli ispettori di via Nazionale hanno rilevato criticità nelle reti distributive utilizzate da istituti di pagamento comunitari operanti in Italia in regime di libera prestazione di servizi.

E' cresciuto inoltre il perimetro dei soggetti segnalanti. È fondamentale il ruolo degli ordini professionali per l'inoltro delle segnalazioni, il supporto e la formazione nei confronti degli iscritti, la predisposizione di linee guida. Le segnalazioni analizzate dalla Uif e trasmesse agli organi investigativi sono state nel 2015 quasi 85.000, con un incremento del 12% circa rispetto all'anno precedente.

Bankitalia fa notare che nel campo degli illeciti fiscali numerose sono le segnalazioni inerenti la voluntary disclosure (7mila nel 2015 e oltre 10mila nel primo semestre del 2016) fanno emergere in alcuni casi sospetti di reati esclusi dal beneficio della non punibilità. "Lascia perplessi - osserva e conclude l'Unità d'Informazione finanziaria di Bankitalia - che un osservatorio privilegiato come la pubblica amministrazione non colga l'opportunità di partecipare al sistema di prevenzione e contrasto".

Resta ancora aperto il fronte della collaborazione degli uffici della Pubblica Amministrazione: nonostante l'emanazione, a settembre 2015, da parte del Ministero dell'Interno di specifici indicatori di anomalia e criteri organizzativi volti ad agevolare l'intercettazione delle operazioni sospette da parte di tali enti, i segnali di attivazione risultano ancora assolutamente sporadici.