Facebook: ecco la piattaforma Wi-Fi Open Cellular

08 Luglio, 2016, 13:19 | Autore: Luciano Vano
  • Facebook: ecco la piattaforma Wi-Fi Open Cellular

Consistente in una piccola scatoletta dall'infinito potenziale, Facebook Open Cellular consente infatti di connettere in modalità Wi-fi circa 1500 persone collocate in un'area di 10 km quadrati, sopperendo così in modo agevole alle difficoltà di creare apposite infrastrutture presenti in molte aree del Pianeta e riuscendo ad aggirare gli ostacoli di natura tecnica che spesso si infrappongo tra i cittadini e l'accesso a internet. Stavolta non ci soffermiamo su nuove feature dedicate agli iscritti o ai video in 3D, bensì, vi riportiamo una news che sembra segnare un passo avanti in uno dei più importanti auspici del suo fondatore, Mark Zuckerberg, che con il progetto di Open Cellular mira a realizzare una piattaforma Wi-Fi che permetta a tutti di accedere ad Internet. E di mettere un piede in un settore molto vivace, come dimostrano anche le indiscrezioni nel nostro paese sullo sbarco dell'operatore francese Iliad.

Mark Zuckerberg, poi, ha sottolineato come - ancora oggi - ci siano 4 miliardi di persone nel mondo che non hanno alcun accesso a Internet, ed è necessario superare questa disparità.

"Le infrastrutture tradizionali possono essere molto costose ed è difficile estendere la rete in aree rurali e a volte anche in quelle più sviluppate", ha commentato Kashif Ali, ingegnere di Facebook. Contempla anche l'uso di un dispositivo grande "come una scatola di scarpe" progettato per essere installato in diverse condizioni, anche avverse. Facebook fornirà le istruzioni e i materiali per la realizzazione di un sistema d'accesso ad internet che sia resistente alle intemperie e in grado di resistere a forti venti e sbalzi di temperatura troppo elevati, oltre che essere facile da gestire. Altro stop è arrivato dall'Egitto, ma per motivi ben diversi: Facebook non ha dato al governo il permesso di spiare gli utenti che usavano il servizio.

Il progetto OpenCellular segue quello di Internet.org lanciato due anni fa per eliminare il digital divide nelle aree più povere e a scarsità di infrastrutture di rete del mondo.