Blitz "droga town" Catania, kalashnikov in arsenale clan

08 Luglio, 2016, 08:59 | Autore: Alighiero Casassa
  • Catania blitz al

I militari stanno passando al setaccio un intero agglomerato della periferia sud della città, il quartiere Librino, considerato il più redditizio "supermarket" della droga.

Il gruppo facente capo ai fratelli Nizza, negli ultimi anni, sarebbe riuscito a creare un vero e proprio "cartello" della droga con il monopolio delle "piazze di spaccio" nei quartieri di Librino, San Giovanni Galermo e San Cristoforo. Risulta, però, che gli agenti del Nucleo Investigativo che hanno condotto le indagini dal 2014 al 2016 avessero desunto le dinamiche di gestione delle "piazze di spaccio" cittadine da parte degli uomini di Nizza. Il gruppo criminale, tra i più agguerriti e organizzati della zona, è capeggiato da Andrea Nizza, irreperibile dal dicembre 2014 e inserito nella lista dei " latitanti più pericolosi".

Il Comando provinciale dei carabinieri di Catania ha eseguito una maxi-operazione antimafia, che ha portato a 35 arresti nei confronti di soggetti ritenuti appartenenti al clan dei Nizza, legati alla famiglia Santapaola.

Con i proventi della vendita della droga il clan sosteneva gli affiliati già detenuti e 'stipendiava' la manovalanza.

Nel mandato i reati ipotizzati a vario titolo sono: associazione mafiosa, detenzione di armi e traffico di stupefacenti. Le attività di spaccio svolte nelle singole piazze venivano organizzata "professionalmente" con ripartizione di ruoli tra pusher, vedette, responsabili delle piazze e coloro che assicuravano il continuo rifornimento di stupefacente, e con organizzazione di turni di vendita durante tutto l'arco della giornata, riuscendo a garantire guadagni giornalieri pari a circa 80.000 euro.