Uccide la madre e si suicida in polesine

30 Giugno, 2016, 03:41 | Autore: Amata Cozzo
  • La donna Leda Bianchi aveva 88 anni e pare fosse malata da tempo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri

Omicidio suicidio a Occhiobello, comune in provincia di Rovigo. Occhiali scuri e volto provato dalla tragedia che ha colpito la sua familia, Chiarioni ha parlato con grande lucidità del fratello e della madre e della situazione: "Mio fratello viveva con la mamma da sempre e hanno lavorato anche insieme in edicola, che hanno venduto nel 2011". La donna, Leda Bianchi, aveva 88 anni.

Omicidio-suicidio stamane in Polesine: le due vittime sono il fratello e la madre del sindaco di Occhiobello Daniele Chiarioni. Come riporta il Corriere del Veneto, il sindaco ha raccontato che il fratello si occupava in prima persona della madre e che non voleva altri aiuti. E' accaduto nella mattinata del 29 giugno in una villetta in via Lama - dove vivevano entrambi - nella frazione di Santa Maria Maddalena a Occhiobello. L'uomo dalle 12 non ha più risposto alle sue chiamate e non si è presentato all'appuntamento. Un uomo di 64 anni, edicolante in pensione, ha ucciso la madre malata, soffocandola, e poi si è tolto la vita. Le indagini sul caso sono affidate ai carabinieri della stazione di Castelmassa.