"Nulla è cambiato": i precari siciliani scendono in piazza

30 Giugno, 2016, 14:55 | Autore: Amata Cozzo
  • I lavoratori a tempo determinato del Comune di Letojanni

I precari siciliani si preparano alla mobilitazione. "Ma questo intervento - proseguono le sigle - potrà garantire la copertura finanziaria soltanto per qualche altra settimana".

Manifestazione unitaria, oggi, a Palermo, a sostegno dei lavoratori precari degli Enti locali e del personale delle ex Province.

"Esprimo piena solidarietà ai cittadini che vedono garantiti i servizi essenziali dei loro Comuni grazie a lavoratori precari ormai da troppo tempo - ha dichiarato dal canto suo il sindaco di Palermo Leoluca Orlando - L'amministrazione della Città Metropolitana di Palermo condivide, dunque, le ragioni e le istanze della manifestazione di oggi ed intende continuare a sostenerle nelle sedi istituzionali interessate alla concertazione e soluzione del problema - ha concluso Orlando - la definitiva stabilizzazione di lavoratori precari da 20 anni nelle amministrazioni locali in Sicilia". Un assedio al governatore Rosario Crocetta che ieri all'Ars si è impegnato a stabilizzare i lavoratori: "Se lo dico, lo faccio", aveva detto durante un accesso dibattito in aula.

Insieme ai lavoratori ci saranno anche diversi sindaci siciliani. Per i sindacati sono tre i punti cardine della piattaforma, che consentono l'assunzione dei precari nelle dotazioni organiche dei Comuni: "Superamento del regime delle proroghe avviando i processi di stabilizzazione nelle dotazioni organiche; Storicizzazione delle risorse da parte della Regione in favore degli Enti; Superamento dei vincoli assunzionali e finanziari da parte dello Stato". Il corteo prenderà le mosse alle 10,30 da Piazza Marina e raggiungerà Palazzo d'Orleans. In strada anche i dipendenti delle ex Province, alle prese con una riforma dall'iter turbolento, l'Anci Sicilia, l'associazione nazionale discontinui dei vigili del fuoco.