Alluvione 2011, in giornata le richieste di condanna

29 Giugno, 2016, 00:07 | Autore: Alighiero Casassa
  • L'alluvione del 2011 a Genova il pm chiede 6 anni per l'ex sindaca

Nella strage del Fereggiano persero la vita quattro donne e due bambini. Durante l'alluvione di cinque anni fa sei persone morirono travolte dalle acque del Fareggiano che esondò insieme a Bisagno. Alle 9 è iniziata la requisitoria finale del sostituto procuratore Luca Scorza Azzarà, titolare dell'accusa, che nel pomeriggio con ogni ha formulato le richieste di condanna nei confronti degli imputati.

Per gli stessi reati la Procura di Genova ha chiesto una pena di 5 anni e 11 mesi di reclusione per l'ex assessore comunale alla protezione civile Francesco Scidone, di 4 anni e 7 mesi per i dirigenti comunali Gianfranco Delponte e Pierpaolo Cha e 4 anni e un mese per il dirigente comunale Sandro Gambelli.

Nel processo sull'alluvione 2011, risulta imputato anche l'ex coordinatore dei volontari di protezione civile Roberto Gabutti, che è accusato solo di falso e per il quale il pm ha chiesto 1 anno e 5 mesi di reclusione. Fu subito polemica sulle responsabilità dei morti e dei danni, ma il l'allora sindaco Vincenzi parlò di una "tragedia assolutamente imprevedibile in questa forma", di una "bomba d'acqua" che colse di sorpresa la città e l'amministrazione. Le accuse sono omicidio colposo plurimo, disastro colposo e falso. E infine: chi ha taroccato i verbali? La piena del torrente ingrossato da ore di pioggia, senza che nessuno avesse interrotto la strada accanto, nonostante le previsioni meteo disastrose, uccise Shiprese Djala, 29 anni, e le figlie Gioia, 8 anni, e Gianissa, 10 mesi; Serena Costa, 18 anni, Angela Chiaramonte, 40, ed Evelina Pietranera, 50.