Padre massacrava di botte i figli: arrestato a Ragusa

28 Giugno, 2016, 20:34 | Autore: Amata Cozzo
  • Vittoria “I 4 figli picchiati e digiuni per giorni” arrestato padre Redazione Sicilia Journal 28/06/16 Cronaca primo piano

Info - La polizia di Ragusa ha arrestato il padre di 4 minorenni che usava violenza nei confronti dei figli. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, l'uomo spesso abbandonava i figli in mezzo a sporcizia ed escrementi, costringendoli a lunghissimi digiuni.

Gli inquirenti hanno intercettato il padre al telefono che si sarebbe vantato: "L'ho fatto volare in aria facendolo cadere faccia a terra, l'ho pestato talmente forte che ha pianto tutta la notte". L'uomo, del quale non riveliamo l'identità per proteggere la privacy dei piccoli, aveva gia violentato la moglie, una cittadina straniera, che poi lo aveva lasciato. A incastrarlo proprio le telefonate: nel corso di intercettazioni disposte per altri reati, gli agenti sono stati testimoni delle violenze. I poliziotti hanno raccolto tutti gli elementi di prova a carico dell'uomo ed il sostituto procuratore Marco Rota ha immediatamente richiesto ed ottenuto la misura cautelare della custodia in carcere. Era in questo modo che l'uomo, uscito di prigione dopo aver scontato la pena per lo stupro della moglie, si prendeva cura dei figli che gli erano stati affidati. E strazianti erano le telefonate dei piccoli di notte ai nonni: "Vienimi a prendere, papà non si sveglia, non abbiamo mangiato tutto il giorno". L'indagine si è conclusa in tempi record proprio per la pericolosità dell'uomo ed il rischio che correvano i bambini.

News Ragusa: lasciava i quattro figli da soli in casa, a volte senza farli mangiare per intere giornate e li picchiava talmente da essere ricoverati in ospedale.

Gli agenti hanno affidato i bambini ad una comunità. La casa era piena di spazzatura, escrementi, mobili distrutti, indumenti a terra, materassi dove dormivano i piccoli sporchi senza lenzuola. I piccoli, disperati, e costretti a vivere in un contesto di profondo degrado e sporcizia, hanno anche cercato aiuto presso i nonni che però non hanno denunciato quanto stesse accadendo ai bambini. L'arrestato è stato condotto in Questura a Ragusa dove è stato identificato dalla Polizia Scientifica e subito dopo condotto in carcere.