Monopolio sul pane, in arresto 24 esponenti clan Lo Russo

28 Giugno, 2016, 23:11 | Autore: Alighiero Casassa
  • Napoli 24 arresti per il clan Lo Russo

Eseguiti da Polizia, Carabinieri e Gico della Guardia di Finanza 24 provvedimenti cautelari a carico di altrettanti indagati.

L'inchiesta ha consentito di accertare gli scenari attuali della reggenza, il gruppo di fuoco, il ruolo di soggetti dediti alle estorsioni nei confronti di esercizi commerciali e cantieri edili e persone preposte al commercio di droga.

Carlo lo Russo, in carcere per l'omicidio di Pasquale Izzi, è uno dei boss più pericolosi dei Capitoni di Miano e nella riorganizzazione del clan è stato ben attento ad allacciare rapporti di amicizia con gli altri gruppi camorristici decidendo anche di far guerra a tutti i clan rivali e soprattutto ad eliminare la sua ultima preoccupazione: i giovani boss del rione don Guanella, tra cui Walter Mallo, arrestato di recente, che stavano mettendo in serio pericolo le organizzazioni con continue incursioni. Si pensi alla morte di una donna il 21 marzo scorso che stava attraversando la strada, colpita in pieno da una moto condotta da un fedelissimo di Carlo Lo Russo che, insieme ad un altro affiliato, era in giro alla ricerca dei nemici da uccidere. I due si allontanarono senza prestare soccorso e la donna mori' in ospedale dopo un'agonia di cinque giorni. In particolare il clan si è dato ad una fiorente attività estorsiva avente ad oggetto l'imposizione dell'acquisto del pane.

Camorra. blitz delle forze dell'ordine contro il clan Lo Russo, 24 arrestati.

Il clan Lo Russo aveva acquisito il monopolio della distribuzione del pane e imponeva il prezzo di vendita. "Le vittime - concludono Colangelo e Beatrice - non effettuano una libera scelta, ma acquistano il pane da persone legate ai Lo Russo perché sanno che, diversamente, sarebbero vittime di ritorsioni". Sono stati inoltri sequestrati numerosi panifici riconducibili a diversi esponenti del clan.