Fa causa a Microsoft perché Windows 10 le ha rovinato il PC

28 Giugno, 2016, 22:50 | Autore: Luciano Vano
  • Microsoft citata in giudizio per 10.000 Dollari a causa dell'aggiornamento a Win

In pratica non solo sarà possibile sentire sul dispositivo Bluetooth i contenuti multimediali presenti sul computer, ma si potrà anche effettuare una riproduzione multimediale sul Pc con Windows 10 dei contenuti presenti su altri device Bluetooth.

Microsoft ha accettato un accordo extragiudiziale per una somma pari a $10.000 con una donna che si è ritrovata l'aggiornamento a Windows 10, nonostante non ne avesse fatto richiesta.

"Non avevo mai sentito parlare di Windows 10" ha affermato l'agente di viaggio al giornale, "tanto meno nessuno mi ha mai chiesto se avevo intenzione di aggiornare il mio computer". E così è ricorsa al giudice, che ha condannato la Microsoft al pagamento di 10 mila euro.

Se vi ricordate circa un mese fa la procedura per ottenere la nuova versione di Windows, era diventata molto aggressiva e se non si stava attenti anche premendo la famosa X rossa per chiudere la finestra il sistema interpretava quell'operazione come un consenso all'aggiornamento.

Microsoft ha confermato che introdurrà una modifica alla schermata dell'applicazione "Ottieni Windows 10" per renderla più chiara ed evitare l'avvio indesiderato della procedura di aggiornamento.

Nonostante i reclami a Microsoft, la situazione non si è mai risolta e a un certo punto la Goldstein, stanca di perdere prenotazioni per l'impossibilità di utilizzare il PC aggiornato a Windows 10, ha acquistato un nuovo notebook e al tempo stesso ha citato in giudizio Microsoft per i danno economici derivati dall'upgrade non voluto.