16.079 nuovi casi e 136 morti – Corriere.it

In Italia, almeno dall’inizio dell’epidemia di coronavirus 465.726 persone (+ 16.079 * rispetto a ieri, + 3,6%; ieri +15 199) ha contratto il virus Sars-CoV-2. Di questi, Morirono 36.968 (+136, + 0,4%; ieri +127) e 259.456 era scarico (+2.082, + 0,8%; ieri +2.369). Attualmente i temi positivi di cui vi è certezza sono 169 302 (+13.860, + 8,9%; ieri +12.703) ed è visibile nella quinta colonna a destra della tabella sopra; il conteggio sale a 465.726 – come accennato in precedenza – se nel calcolo sono presenti anche persone morte e guarite, e conta tutte le persone risultate positive al virus dall’inizio dell’epidemia.

io tamponi Li avevamo 170.392, che è 7.456 in meno rispetto a ieri quando era 177.848. Mentre il tasso di positività in giro al 9% (esattamente il 9,4%): questo significa che su 100 tamponi eseguiti, 9 sono risultati positivi, come ieri quando era del 9% (esattamente l’8,5%). Questa percentuale dà un’idea della tendenza alle infezioni, indipendentemente dal numero di test eseguiti. Ecco il visibile aumento della parte decimale della percentuale – dall’8,5% al ​​9,4% in un giorno -: con meno tamponi si hanno effettivamente più casi. It la mappa della contaminazione in Italia.

Nuovo record assoluto di infezioni entro 24 ore, la cifra più alta in assoluto, oltre 15mila per il secondo giorno consecutivo. I numeri non sono mai stati registrati durante la prima ondata, rispetto a molti più buffer rispetto a marzo-aprile. La situazione preoccupante, però, è diversa da quella che restrizione – disse il Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte – perché non abbiamo gli ospedali in rovina di quel periodo: non ci sono 4.000 pazienti in terapia intensiva. Per capire basta guardare il giorno di picco di prigionieri, cioè il 2 aprile: a quel tempo c’erano 28 540 persone nelle istituzioni sanitarie e 4 053 in terapia intensiva, mentre i deceduti erano 760. la curva epidemica non mostra segni di rallentamento e alcune regioni, come Lombardia – Sto già vigilando riempimento dei reparti Covid. Senza dimenticare i problemi di attivazione il tracker dei contatti con dati giornalieri nazionali a cinque cifre.

READ  UFFICIALE - Inter-Borussia, le formazioni: gioca Darmian. Conte si affida a Sanchez ed Eriksen

La regione più colpita rimane lì Lombardia con +4.125 nuovi casi – stesso aumento di ieri – raggiungendo per il decimo giorno consecutivo il record di più positivo nelle 24 ore, seguito sopra la soglia dei mille casi da: Piemonte (+1.550), Campania (+1.541), Veneto (+ 1.325), Lazio (+1.251) e Toscana (+1.145) che supera la cifra di tre zeri per la prima volta. Notare il salto del Sicilia (+796 oggi). Inoltre, c’è un fenomeno che non si è verificato in primavera: il contagio si diffonde rapidamente su tutto il territorio nazionale con un aumento dei contagi in ogni angolo del Paese. Basta guardare le percentuali dettagliate dei casi Regione per regione (sotto), dove gli aumenti rispetto al giorno precedente vanno dal 2 al 7%.

io pazienti ricoverati con i sintomi è 9.694 (+637, + 7%; ieri +603), mentre il più gravemente ammalato in terapia intensiva sono 992 (+66, + 7,1%; ieri +56). Questi dati sono visibili nella tabella sopra, nelle colonne di sinistra accanto ai nomi della regione. Oggi il numero dei ricoverati non è ancora vicino a quello della fase più critica: ad esempio, al termine del blocco il 4 maggio, c’erano 16.823 ospedali e 1.487 in terapia intensiva. Ma da allora rispetto ai numeri di una settimana fa, è con quello di 15 ottobre, vediamo una crescita esponenziale di persone assistite: in sette giorni siamo passati da 5 796 ospedali a 9 694 e da 586 pazienti in terapia intensiva a 992.

Ci sono tre regioni senza vittime, mentre il maggior numero di morti – di cui il totale è approssimativamente il cognome 21 maggio (erano 156) o del 22 maggio (erano 130) – incluso in: Lombardia (+29), Veneto (+19), Liguria (+17), e Lazio (+16). Di seguito è riportato il dettaglio della regione morta per regione.

chi tutti i bollettini degli ultimi giorni e mesi. chi le ultime notizie della giornata.

La regione dei caduti per regione

I dati seguenti, e per regione, sono il numero totale di casi (numero di persone trovate positive dall’inizio dell’epidemia: morti incluse e guarite). La variazione indica il numero di nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore.

Lombardia 138.729 (+4125, + 3,1%; ieri +4125)
Emilia-Romagna 43477 (+889, + 2,1%; ieri + 671)
Piemonte 49.668 (+1.550, + 3,2%; ieri +1.799)
Veneto 39.590 (+1.325, + 3,5%; ieri +1.422)
10 marzo192 (+321, + 3,2%; ieri +226)
Liguria 20581 (+690, + 3,5%; ieri +546)
Campagna 32.025 (+ 1541, + 5,1%; ieri + 1760)
Toscana 26.611 (+ 1.145, + 4,5%; ieri +866)
Sicilia 14586 (+796, + 5,8%; ieri + 562)
Lazio 29621 (+ 1251, + 4,4%; ieri + 1219)
Friuli-Venezia Giulia 7.075 (+220, + 3,2%; ieri +219)
Abruzzo 7.091 (+ 306 **, + 4,5%; ieri +252)
Puglia 12810 (+485, + 3,9%; ieri +324)
Umbria 5860 (+407, + 7,5%; ieri +350)
Bolzano 5549 (+247, + 4,7%; ieri +189)
Calabria 3.286 (+187, + 6%; ieri +136)
Sardegna 6.886 (+243, + 3,7%; ieri +167)
Valle d’Aosta 2219 (+87, + 4,1%; ieri +111)
Trento 7.319 (+153, + 2,1%; ieri +148)
Molise 1.070 (+28, + 2,7%; ieri +22)
Basilicata 1481 (+83, + 5,9%; ieri +85)

Le morti regione per regione

La figura seguente, e per regione, è il numero totale di morti dall’inizio della pandemia. La variazione indica il numero di nuovi decessi registrati nelle ultime 24 ore.

READ  Anna Tatangelo scoppia in lacrime per All Togheter Ora, Michelle Hunziker è stata costretta a intervenire: "Non entriamo nei dettagli ..."

Lombardia 17.152 (+29, ieri +20)
Emilia-Romagna 4.537 (+6, ieri +8)
Piemonte 4.227 (+11, ieri +7)
Veneto 2.301 (+19, ieri +14)
Marzo 998 (+1, ieri +1)
Liguria 1.673 (+17, ieri +9)
Campagna 551 (+6, ieri +11)
Toscana 1.229 (+8, ieri +13)
Sicilia 397 (+8, ieri +11)
Lazio 1.070 (+16, ieri +16)
Friuli-Venezia Giulia 368 (+1, ieri +1)
Abruzzo 501 (+1, ieri +5)
Puglia 645 (+1, ieri +2)
Umbria 97 (+2, ieri +2)
Bolzano 296 (nessun nuovo decesso, ieri +1)
Calabria 105 (nessun nuovo decesso, ieri +1)
Sardegna 181 (+1, ieri +3)
Valle d’Aosta 149 (+3, non ci sono stati morti dal 19 giugno)
Trento 423 (+3, ieri +2)
Molise 26 (nessun nuovo decesso per il dodicesimo giorno consecutivo)
Basilicata 42 (+3, nessun nuovo decesso ieri)

*Il dato non corrisponde esattamente alla differenza tra i casi totali odierni e quelli del giorno precedente a causa di un ricalcolo dell’Abruzzo (vedi nota successiva).

**La Regione Abruzzo comunica il seguente ricalcolo: dal totale dei positivi è stato sottratto un caso degli ultimi giorni, come nome duplicato (contato due volte).

22 ottobre 2020 (modifica il 22 ottobre 2020 | 20:03)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Written By
More from Arrigo Faugno

Due omicidi di donne nella notte. Una delle donne ha denunciato e si è ritirata

All’inizio del 2020, c’è stato un aumento del 7,3% degli omicidi. E...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *